27 febbraio 2010

Fermiamo la guerra contro l'Iran!


Caro Diario,
Giorni fa ho lanciato un allarme dicendo che sta per scoppiare la Terza Guerra Mondiale.
Cosa possiamo fare per opporci alla propaganda di preparazione ?
Un gruppo di lettori che ha deciso di rimanere anonimo ha scritto un testo che vi invitiamo a diffondere:

Fermiamo la guerra all'Iran!

o   o
\_/
(")


io sono Formica, sono piccolo ma insieme ad altri posso fare sentire la mia voce.
Caro amico, cara amica.
In questi mesi si stanno ultimando i preparativi per un evento devastante, programmato a tavolino.
Preparativi sono messi in atto per far si che le persone normali - quelli come te e me - vengano inconsciamente preparate ad accettare questo evento. Cosícche, quando accadrá, nessuno se ne stupirá. Cosí da farci avere poco o nulla da ridire quando accadrá.
Questo é un evento studiato perché inizi da un giorno all´altro senza che tu lo sappia se non quando sará ormai troppo tardi.
Questo evento é una guerra, che potrebbe essere nucleare.
l'obbiettivo iniziale, da cui poi questa guerra si potrebbe espandere al resto del mondo, é l´Iran.

....
Non ti sto chiedendo denaro: ti chiedo di inoltrare questa comunicazione ad altre persone. Forse potremo evitare questa guerra che potrebbe essere sia nucleare che mondiale. Magari non ci credi al 100%.. Ma anche un 10% di possibilitá che sia vero quanto qui ti ho scritto giustifica investire qualche minuto della tua giornata.

Scarica il e diffondi documento completo:

5 commenti:

Luigi ha detto...

Visto che nessuno apre le danze, lo farà il sottoscritto il quale non avendo minimamente cambiato parere sull'argomento vi segnala l'articolo free apparso su FdF dove un fatto, a mio giudizio più che positivo: la co-optazione della Russia nel blocco occidentale (usai l'espressione compattazione di parte dell'umanità per un obiettivo comune) viene forzatamente interpretato come una tragedia imminente.
A me pare solo paranoia e meno male che alcuni commenti dei lettori di FdF sembrano darmi ragione.
luigiza

Luigi ha detto...

Ecco il link all'articolo di FdF citato nel mio post precedente: http://www.effedieffe.com/component/option,com_myblog/show,La-Russia-per-forza-nella-NATO-Maurizio-Blondet-.html/Itemid,272/

Notare il titolo: --- per forza --- Ovviamente. Ipotizzare che qualcuno sia mosso da buone intenzioni, mai !!!
Il regno di crrrristo sono capaci di crearlo solo i gran sacerdoti del tempio del pensiero pirla. Come ? Nessuno lo sa e comunque é meglio che non ci provino nemmeno visto i risultati dei precedenti tentativi, come la storia insegna.

Ed ora via col tiro al piccione.
luigiza

corvo ha detto...

@luigiza
Questo blog prova a dare elementi di riflessione che escono dalla ristretta dialettica fra oriente vs. occidente, sinistra vs. destra, chippiúneha vs. luipiúnemetta ...

Ammesso che questi esistano, che non siano unicamente proiezioni nelle nostre menti di interessi altri, dovremmo chiederci a cosa assomigliano in un ambiente con un numero maggiori di dimensioni.
La crisi sistemica nella quale ci troviamo attualmente coinvolge gli aspetti economico/sociali ed ecologici ma ha origine nella dinamica delle dimensioni.
Il fatto che la nostra percezione della realtá sia limitata a 4 dimensioni NON significa che L'universo funzioni in questa maniera
La politica, come noi la conosciamo, quella che io ho studiato all'universitá e per cui ho ricevuto il titolo di "dottore", diventa inadeguata in questo contesto.
Abbiamo bisogno di concetti estesi e includenti.
Questa scienza é ció che qui chiamiamo "Ontopolitica".
L'Ontopolitica é lo studio degli interessi relati a relazioni inter dimensionali e di come essi si riflettano sulla acquisizione e applicazione del potere.

Luigi ha detto...

Corvo, sorvoliamo pure su certe mie intemperanze, ma io credo che un punto di partenza lo si debba stabilire. Personalmente non ho nessuna difficoltà ad accettare la tua impostazione ma alla fine, in realtà in principio, che concezione dell'essere umano abbiamo ?
Un semplice automa o come io credo un fascio di potenze che l'anima (usiamo 'sta espressione) é in grado, se correttamente istruita, di controllare e potenziare, alla faccia di EME, EBE e di tutto ciò che ci vuoi mettere ?
E quindi cosa si intende col termine vita ? Un semplice stage dove si svolge una insignificante commedia oppure una opportunità per coloro che la sanno cogliere ?
E se é un opportunità a cosa mira ?
Io partirei da qui, che per me é il nocciolo, tu sei partito dal contorno e dalle sue condizioni che stanno, pienamente d'accordo, per cambiare.
luigiza

corvo ha detto...

@luigi
sono d'accordo che tutto parte da una definizione teleologica.
ovvero: ma quale é il senso di tutto ció?
Come potrebbe essere differente?
Si tratta della domanda cruciale che da sempre l'umanitá si é posta.
Ora, benché io possa avere una risposta, penso che é compito di ognuno trovarla per conto suo.
Quello che qualcun altro puó fare é aiutare il parto, ma il bambino é figlio di ognuno.
Il compito di questo blog é maieutico: presentare evidenze che un cambio di paradigma é necessario e favorire la sua nascita.

L'assunzione di responsabilità fa parte di questo cambiamento.
Quindi se ho dato l'impressione di voler dire che noi si sia "vittime" di potenze dimensionali ho sbagliato la formulazione.
Ció che volevo dire é che dobbiamo considerare anche loro nell'equazione: ignorarli equivale a comportarci da struzzi.

La guerra che alcuni stanno programmando é un esempio di questa scelta. Non é stata progettata per motivi comunemente politici, bensí Ontopolitici. Noi la possiamo fermare oppure la possiamo ignorare e rimanerne vittime.

Il primo passo é distaccarsi dalle parti in causa, negargli il riconoscimento, rifiutare di attaccarsi alla difesa di valori decadenti.

Posta un commento

Grazie della tua opinione. il tuo commento sará pubblicato dopo una verifica.