03 febbraio 2010

La soluzione é consapevolezza globale

 Caro Diario,
appena un paio di giorni fa ho scritto un articolo sulla desolazione delle idee main stream, sull'incapacitá di riformare questo sistema malato dall'interno.
Oggi trovo questo articolo di Gilles Bonafi, analista economico che si chiede come mai   L'ECONOMIA MONDIALE sia CROLLATA NEL 2009 e conclude la sua analisi con queste parole:
In effetti, questo sistema porta a trasformare tutto in modo esponenziale poiché la legge di Pareto (legge di potenza) è di per sé un esponenziale. La legge universale dell’equilibrio e dell’armonia (studiata da tutte le correnti spirituali e dalla scienza) deriva dalla analogia degli opposti, il principio dialogico di Edgar Morin che ha preso in prestito pesantemente da Eliphas Levi e dalla cabala . Di fronte a un’esponenziale di capitale accumulato nelle mani di pochi, ci ritroviamo quindi (il principio di equilibrio), con un’ esponenziale di debiti legati ad un consumo esponenziale, e quindi di distruzione del pianeta, di noi stessi. Questa legge di potenza è il risultato diretto del nostro cervello primitivo poiché alla fine, l'insegnamento dei frattali che si ritrova nel principio "hologrammatico" di Edgar Morin, dimostra che la parte è nel tutto, ma il tutto è nella parte e che tutto è correlato. I nostri sistemi economici non sono quindi che i riflessi di ciò che noi siamo. Voler costruire un sistema più giusto e redistributivo si oppone quindi all'animale che è in noi, perché alla fine, siamo in guerra contro noi stessi. La soluzione di fronte alla distruzione della nostra civiltà non può passare che tramite un cambiamento individuale radicale, una consapevolezza globale. La risposta non sarà allora economica, ma prima di tutto filosofica, spirituale.

articolo completo

è un passo avanti.

31 commenti:

luigiza ha detto...

La soluzione é consapevolezza globale ?

Mi spiace caro Corvo ma la tua é una illusione. La soluzione sarà la catastrofe parola che implica il concetto di separazione e contestualmente quello di giudizio.
Ti ritengo troppo avveduto per credere che tu possa pensare che le galline quel giorno improvvisamente si metteranno a volare abbiano esse figura umana o no.
luigiza

Andrea ha detto...

Attento, ragionare così è pericoloso: l'osservatore influenza l'osservato.

luigiza ha detto...

Andrea io non conosco il Corvo di persona ma dalla lettura dei suoi articoli e commenti ai lettori mi sono fatto l'idea di uno che non tende a parlare a casaccio.
Secondo te cosa voleva dire il Corvo quando risponde ad un lettore con queste parole:
"..gli eventi che abbiamo di fronte, senza una adeguata preparazione, fisica e SPIRITUALE saanno realmente catastrofici.
la maggior parte dei lettori che vive in grossi centri urbani, totalmente dipendenti dalla catena di distribuzione, dovrebbe considerare seriamente se non é il caso di trasferirsi in un luogo diverso.
December 14, 2009 6:27 PM "
Il commento completo lo trovi alla pagina http://corvide.blogspot.com/2009/12/elementi-di-ontologia-dinamica-delle.html

Anonimo ha detto...

luigiza,
mi sembra che corvo non avesse scritto volendo nascondere qualcosa, a me sembra chiaro il significato.
poi se lo vuoi analizzare in dettaglio si puo' benissimo provare di farlo, per esempio corvo dice :totalmente dipendenti dalla catenza di distribuzione". la catena e' fatta di tante maglie, se se ne rompe anche solo una la trasmissione si ferma. e si patisce la fame.
poi ha messo l'accento sulla situazione spirituale, per forza, e' quella che si e' persa strada facendo, sfido chiunque di voi a credersi solo una macchina... noi siamo molto di piu', solo che abbiamo paura di scoprirci. per esempio da dove nascono le emozioni? sono queste che ci fanno fare le scelte...
e poi pensiamo che le cose non debbano cambiare mai, proprio perche' abbiamo paura del nuovo. io vedo attorno a me il 99.9% di gente che ha paura e continua a fare finta di niente, facile quindi prevedere il futuro, non occorre essere dei maghi.

indopama

luigiza ha detto...

@Indo che scrive: "..mi sembra che corvo non avesse scritto volendo nascondere qualcosa, a me sembra chiaro il significato."

Anche a me é chiarissimo. Ti dirò di più, a mio avviso il Corvo é un ottimista.

Andrea ha detto...

Luigiza

Io vedo un mondo dove dire "l' 80% delle persone muoiono di fame" è una pura banalità che non scandalizza nessuno... senza considerare poi che il 19% vive sotto una dittatura e nemmeno se ne accorge, anzi paga ogni giorno l' affitto delle proprie catene.

Vedo un mondo in cui produciamo tonnellate di cibo che finisce puntualmente nelle discariche, e da una parte è anche giusto che sia così, dato che si tratta di pura spazzatura.

Un mondo dove dei pezzi di carta, senza alcun valore, decretano l' importanza di ognuno di noi, e oltretutto decidono quanto puoi vivere la tua stessa vita.

Avremmo free-energy per tutti, ma preferiamo fare guerre per accaparrarci il petrolio.

La religione stupra ogni giorno la spiritualità, la scienza e la scuola stuprano la conoscenza, i media stuprano la verità...


Non so che mondo tu vedi, ma io vedo questo mondo di fronte ai miei occhi, e l' idea di viverci ancora a lungo senza che niente cambi mi piace ben poco... mi piace poco l' idea di trascinarmi tra mutui, debiti e malattie fino ad un' età pensionabile che se ne va, sapendo che qualunque cosa abbia fatto nella vita, qualunque lavoro abbia accettato, qualunque stupida merendina abbia comprato, il risultato è stato quello di distruggere me stesso, ed essere complice della distruzione di un altro popolo.

Quando ti accorgi che il mondo vero è questo, al di là delle vuote parole di libertà e uguaglianza che i media ci propinano mentre ci tagliano ogni giorno i nostri diritti, capisci che tutto questo è necessario finisca.

E' necessario che finisca perchè non è umano, non è giusto, non è libero, non è eguale...

A quel punto è inevitabile che ci saranno persone che sapranno cogliere il nuovo paradigma che arriva, e si sapranno adattare, saranno anzi felici di farlo... e ci saranno persone che non vorranno invece che questo succeda, non vorranno dover rinunciare al cellulare, all' auto, alla donna delle pulizie, ai fast food... nemmeno se da guadagnare avranno la loro libertà, fisica e spirituale.

Quindi dato che non si può rinascere se prima non si muore (e qui sto parlando di civiltà), e dato che la morte non è altro che un passaggio obbligatorio e ciclico per tutti, ma che non segna assolutamente la fine di alcunchè, ti dico che la cosa più giusta da fare, l'unica cosa giusta da fare, è accettare il corso degli eventi. E se vuoi aiutare chi ti sta intorno, cerca di far capire questo a loro, perchè la sofferenza che vedremo nei prossimi anni sarà soprattutto psicologica, perchè quella fisica è giù tutta presente qui.

Anonimo ha detto...

The victory in China's New-Democratic Revolution and the successes in its socialist cause have been achieved by the Chinese people of all nationalities, under the leadership of the Communist Party of China and the guidance of Marxism-Leninism and Mao Zedong Thought, by upholding truth, correcting errors and surmounting numerous difficulties and hardships. China will be in the primary stage of socialism for a long time to come. The basic task of the nation is to concentrate its effort on socialist modernization along the road of Chinese-style socialism. Under the leadership of the Communist Party of China and the guidance of Marxism-Leninism, Mao Zedong Thought, Deng Xiaoping Theory and the important thought of Three Represents, the Chinese people of all nationalities will continue to adhere to the people's democratic dictatorship and the socialist road, persevere in reform and opening to the outside world, steadily improve socialist institutions, develop the socialist market economy, develop socialist democracy, improve the socialist legal system and work hard and self-reliantly to modernize the country's industry, agriculture, national defence and science and technology step by step and promote the coordinated development of the material, political and spiritual civilizations, to turn China into a socialist country that is prosperous, powerful, democratic and culturally advanced.

... credo che ti riferissi a questo 19%??! Ce l'hanno scritto sulla costituzione che sono una dittatura... troppo semplice caro mio rigirarla così di questi tempi... poi se quello che è scritto è opinabile o meno è un altro discorso.

Anonimo ha detto...

http://www.autoblog.it/post/24996/gruppo-volkswagen-10-milioni-di-immatricolazioni-annue-entro-il-2018

Beh, mi sembra ci siano anche altre vedute del futuro prossimo venturo...

GiBi

luigiza ha detto...

Perdonate l'insistenza ma ho la netta impressione che si stia equivocando.
In questo blog il boss non parla di economia dei beni e dei servizi come é ben specificato nell'articolo titolato: Attori, Ambiente Relazioni.
Delle concezioni più o meno sentimentaloidi del mondo fisico, delle fantasiose ipotesi di target produttivi futuri di monagers (con la o) non me/ce ne dovrebbe importare nulla perchè come dice una certà pubblicità: quando il Natale arriva, arriva e se non ti sei parato il popò ti travolge.
E non c'é cristo, madonna, vacca sacra o pietra nera che tenga.
Capisco perfettamente che data la educazione da tutti noi ricevuta sono concetti difficili e scomodi da accettare ma é bene capire che questo mondo e quello al momento nascosto ai sensi chiamato comunemente sacro (perchè il termine sacro indica proprio questo: ciò che é velato nascosto ai sensi)ubbidisce alle sue leggi NON alle nostre (generalmente di pura fantasia) o a ns. semplici desiderata.
luigiza

P.S. un intervento del Corvo in merito sarebbe gradito

corvo ha detto...

@Tutti.
Comincio ringraziandovi per i vostri commenti che sono sempre stimolanti.

Mi sembra che conveniamo tutti che ci troviamo in una crisi profonda, o sistemica.
In questo blog abbiamo provato a capire quali siano gli attuali confini del sistema. Suggeriamo che essi si estendano oltre le artificiali definizioni di cose ridicole tipo l'economia.

Per capire la natura del sistema abbiamo usato concetti di fisica, astrofisica e filosofia.
Siamo arrivati alla definizione di un Ultraverso che comprende diversi universi, ognuno del quale ha multiple dimensioni.
Esso converge verso un attrattore teleologico, avvitandosi a spirale intorno a un orizzonte degli eventi.

Ora siamo al punto del viaggio nel quale ci si chiede quale tipo di epistemologia (scienza della scienza) ci puó portare a un paradigma alternativo.
ma se l'umanità sará pronta o meno ad abbracciarlo é naturalmente il quesito fondamentale.
Ogni tragedia apre anche grandi possibilità, lo sanno bene i creatori di tragedie che le utilizzano ai loro propri fini.
Noi siamo nel periodo piú importante della storia dell'umanitá, nel quale ci troveremo a vivere l'Evento culminante di un processo che ne cambierá per sempre i destini.
Non vi é nulla che noi si possa fare per sfuggire al processo.
Ma il suo esito é a tutt'oggi interamente nelle nostre mani.
Il primo passo da fare é maturare una grande Risolutezza e una grande Energia. L'energia ci permetterá di uscire dalla logica del torpore.
La Risolutezza ci consentirá di perseguire le nostre intenzioni nel tempo.

Questo passo non puó essere effettuato rimanendo membri di un sistema cooptante.
Per questo motivo é opportuno uscirne, tagliare le dipendenze, siano esse fisiche che psicologiche.

corvo ha detto...

P.S.
בְּרֵאשִׁית בָּרָא
Berashit bra
In principio creó

Nella Cabala non solo ogni singola parola é soppesata e numerata ma ogni singola lettera.

Il Bagatto ha detto...

Bereshit bara Heloim eth hashamaym veet haarets: traduzione CORRETTA dall'Aramaico è " Con SAPIENZA la molteplicità di Dio (Heloim è il plurale di El, Dio) creò" (bara è verbo al singolare che quindi trova difficoltà ad accostarsi al plurale Heloim, difficoltà se si legge secondo il primo piano, diversa la lettura suglia ltri tre piani a cui possono accedere solo gli Iniziati).

Andrea ha detto...

Corvo, innanzitutto ti ringrazio per l' illuminante blog.

Vorrei farti una domanda che esula da questo articolo, e non sapendo dove porla, lo faccio qua.

Mi piacerebbe sapere cosa pensi, anche solo in due parole ognuno, dei vari autori diciamo "alternativi" che si possono trovare quando si cerca di esplorare temi come questi.

In particolare cosa pensi di David Icke, David Wilcock, Jordan Maxwell, Michael Tsarion e Corrado Malanga.

Mi interesserebbe soprattutto sapere cosa pensi della prospettiva "evoluzionistica" che alcuni autori fanno rispetto all' anno 2012 (Wilcock su tutti) e dell' idea secondo la quale ogni entità è malevola (Malanga).

Grazie infinite del lavoro che fai, e della eventuale risposta.

corvo ha detto...

@Andrea
Non sono un estimatore di nessuno degli autori citati.
Ognunmo di costoro ha una prospettiva "esterna" rispetto agli argomenti che tratta.
Preferisco coloro che abbiano esperienze e competenze "interne".
è la qualitá data dall'etnografo che si mischia, vive e impara prima di riferire.
Non l'osservatore "imparziale" del fenomeno.
Vi sono alcune EME che possiamo considerare positive e altre che sono negative.
Si tratta di una semplificazione, tuttavia migliore di quella assolutistica di Malanga.
S. Greer ha la prospetiva opposta: tutte le EME sono positive.

Per quanto riguarda la data che citi vorrei fare notare che un evoluzione non avviene in un momento preciso bensí come risultato di un processo. In un momento preciso si manifesta solo il risultato del processo.
Secondo le informazioni che mi sono state date il Processo é "potenzialmente" evolutivo.
Ovvero se esso avrá, o meno, un certo esito dipenderá da quale tipo di preparazione gli esseri umani avranno compiuto per supportarlo.
La responsabilitá dell'esito è nelle nostre mani.

Per una discussione interattiva su questi temi chiedete accesso alle varie "waves" che abbiamo creato in questi mesi.

Anonimo ha detto...

"Basta guardare a noi stessi. Tutto va all'indietro; tutto é sottosopra. I dottori distruggono la salute, gli avvocati distruggono la giustizia, le universitá distruggono la conoscenza, i governi distruggono la libertá, i grandi media distruggono l'informazione e le religioni distruggono la spiritualitá".
Michael Ellner


e' dura trovare la soluzione fuori da noi stessi...

indopama

Anonimo ha detto...

la visione di Malanga in molte parti non mi convince, ma certo non è il tipico osservatore esterno, anzi gli calzerebbe a pennello la definizione di etnografo. A differenza della stragrande maggioranza degli ufologi ha sempre fatto lavoro sul campo e il suo lavoro sulle abduction e il suo incontro tramite gli addotti, di queste entità multidimensionali, gli ha tolto così tanta energia, che ora ha deciso di ritirarsi ed essere meno presente sul campo.
I suoi studi sull'anima contengono molti errori (a voler razionalizzare ed includere concetti esoterici in una visione scientifica, si fa questo errore).
Wilcock mi affascina molto, anche se le sue idee vagamente new age ed evoluzioniste per quanto belle non mi sembra abbiano basi solidissime.
Ma sta facendo un lavoro enorme riguardo l'nwo. Infatti vorrei sapere cosa ne pensa Corvo, se ha letto la divisione che Wilcock fa insieme a Fulford, su Rockfeller, Rotschild e soprattutto la nuova Russia vista come speranza del mondo e come unica nazione che spinge al disclosure (parla di nuovo Cremlino più precisamente e non si riferisce solo alla Russia).

corvo ha detto...

Per chiarire cosa intendo per approccio Etnografico a questo tipo di problema vorrei comparare due figure realmente importanti:
R. Strassmann e T. McKenna.
Il primo ha scritto un ottimo libro sugli effetti del DMT usando il metodo classico: somministrava il DMT ai pazienti in una stanza di ospedale e gli chiedeva come era andata.
Il secondo andó nella giungla amazzonica, si fece iniziare dagli indiani e poi prese fisicamente una serie di piante magiche.
McKenna ha quella che definisco una conoscenza interna del fenomeno.

Wilcock non é ne carne ne pesce.
Da un lato dichiara di essere la reincarnazione di Cayce e canalizza Ra.
Parallelamente usa concetti scientifici.
Di suo proprio non ha prodotto nulla, a parte il mettere insieme questi due aspetti. Un atteggiamento che é tipico della New Age.

A proposito del NWO e di coloro che lo dirigono la visione che ne danno Wilcock e Fulford é estremamente semplificata.
I potenti di cui loro parlano, sono delle marionette, delle proiezioni, manovrate da potenze ben piú profonde e antiche.
Questi sono in sintonia con le EME che non fanno simpatia a Malanga, tuttavia il loro dominio viene esercitano sul piano materiale solo come riflesso.
Tuttavia queste entitá svolgono una precisa funzione nel grande contesto delle cose.
La dialettica e il libero arbitrio esistono solo in presenza di Dualitá.
Costoro forniscono il servizio della Dualitá.
La dualitá (Dvaita) smette di esistere oltre un certo livello ontologico.

La speranza del Mondo é la Siria (Surya). Sará li che si decideranno i nostri destini.

luigiza ha detto...

@ il Corvo che scrive: "La speranza del Mondo é la Siria (Surya). Sará li che si decideranno i nostri destini."

Affermazione ben strana, non avevo mai letto che quei luoghi avranno importanza per il ns. futuro.
Puoi/vuoi aggiungere qualcosa in più a quella scarna frase ?
luigiza

Anonimo ha detto...

Beh, allora anche Icke si è preso la ayuwaska o come si scrive...

In ogni caso, anche la Russia e il Giappone sono guidate dalle stesse EME della massoneria occidentale?

corvo ha detto...

Non basta mangiare una pizza a Tokio per divenire un pizzaiolo napoletano.

L'Occidente é associato a una cosiddetta Anima-gruppo diversa da quella Orientale.
L'anima gruppo si riconosce e si raggruppa intorno a un centro, tipicamente anche geografico.

La Russia é allungata su due centri ma tipicamente prevale quello occidentale.

LupoLuponis ha detto...

@ Corvo

sarei anche io interessato ad informazioni ulteriori sulla Siria, in particolar modo su Bashar al-Asad; avevo letto qualcosa su di lui in relazione all'armageddon,non mi sbilancio prima di aver sentito la tua ( non voglio influenzarti sul tipo di informazioni che cerco)


Grazie LupoLuponis

Anonimo ha detto...

un colpo di stato filo occidentale in Siria

adso

TaO ha detto...

ho letto .

Consapevolezza globale ? Io penserei a un piano B ....... :-)

se ci fosse negli esseri umani un barlume di consapevolezza credo che ognuno cercherebbe di uscire da un sistema che ha generato quel che ha generato e mai come adesso ha distrutto tutto ciò con cui ha avuto a che fare . Invece noto che si fa a gomitate per occupare i posti reputati migliori , non importa come . Ultimamente anche solo per poterci rimanere .

non posso convincere gli altri ma posso fare la mia parte ..... qualunque cosa accada . Iniziamo noi .

saluti

Tao

Anonimo ha detto...

Ma per questo particolare "evento" è necessario essere pronti come umanità intera o basta esserlo come singolo individuo?
Ho letto da più parti che le persone maggiormente consapevoli e recettive passeranno in una nuova dimensione mentre gli altri resteranno in questà realtà.
Sinceramente la cosa non mi convince molto...in ogni caso se dovesse essere il genere umano nella sua interezza ad essere pronto possiamo già abbandonare ogni speranza...basta guardarsi intorno per capirlo.

Saluti

Nick

guru2012 ha detto...

@ Nick

"Ho letto da più parti che le persone maggiormente consapevoli e recettive passeranno in una nuova dimensione mentre gli altri resteranno in questà realtà."

Io cosa devo fare, mi considero moderatamente consapevole e ricettivo, ma non ho nessuna voglia di passare nella nuova dimensione. ;D

corvo ha detto...

@Guru
Se avessi visto le ragazze che girano da quelle parti non saresti di questo parere.

corvo ha detto...

@Nick
Ognuno é responsabile solo per se stesso.

corvo ha detto...

@LupoLuponis
Non sono ancora pronto a rilasciare ulteriori informazioni su questo tema.
ne parleremo quando sará il momento.
Nel frattempo tenete gli occhi aperti sulla Sira per le guerre e nel pacifico centrale per i terremoti.

carpineo ha detto...

è il momento delle Haway

Carpineo

LupoLuponis ha detto...

@corvo

ho letto di Vulcani/Terremoti in relazione a queste olimpiadi invernali su vari siti web che si occupano di sincronicità; premettendo che ne so poco , e ho qualche perplessità sulla naturalità di questi eventi , volevo sapere se hai qualche informazione a riguardo.


grazie LupoLuponis

Andrea ha detto...

Ma come sei criptico, Corvo...

Confesso che visito questo sito 24 volte al giorno per vedere se ci sono sviluppi... avrei un miliardo di domande da porre, ma so che sarebbe tutto inutile (tu hai scelto di seguire una tua personale scaletta e questo va rispettato) e oltretutto creerebbe solo confusione in chi legge.

Indi per cui mi limito a rinnovare la mia stima per te, e per tutte le altre anime in cerca della verità, e un augurio a tutte quelle anime che non si sentono ancora pronte (nonostante ogni tanto mi facciano ancora incacchiare, ma questo è un problema mio, non loro).

Posta un commento

Grazie della tua opinione. il tuo commento sará pubblicato dopo una verifica.