15 novembre 2009

2012: chi ha orecchie per intendere....


...in-tenda.
e chi non é ha???
in-roulotte come Charlie Frost l'eremita che trasmette la fine del mondo da un camper nascosto nel parco di Yellowstone!!!



Data Corvide 54696d65206c6566743a2020332079656172732c2031206d6f6e74682c20362064617973
PDE


Caro Diario,
l`ho fatto....  alla fine.
Ho ingoiato il disgusto e sono andato a vedere 2012, l`ultimo film di R. Heymerich.

Il nostro ha trattato tutti i temi scottanti trasformandoli immediatamente in fenomeni da baraccone.
Inizió con gli alieni che ci vogliono uccidere tutti  che é il manifesto Hollywoodiano al Progetto Blue Beam; Seguí il riscaldamento globale che produce un surgelamento planetario, che é nelle intenzioni la pietra tombale mediatica  di Lovenlock; Continuó con la preistoria in cui i cavernicoli fanno fuori gli dei egiziani che sono demoni.
E adesso arriviamo alla fine dei tempi!

Ancora una volta con questo 2012 é riuscito a rendere l´argomento tabu per qualunque persona seria.
Che fortuna che nessuno possa leggere queste parole, scritte per rimanere fra me e te.
Mica sono ingenuo come Daniel Pinchbeck, l'autore di  2012: The Return of Quetzalcoatl' che viene preso a modello per la figura da operetta del visionario folle. Se pubblicassi queste parole sul blog Corvide potrei diventare persino un mezzo mediatico per fare pubblicitá al film, come il Blog virale di Frost

Quindi il film é fatto per sputtanare chiunque si occupi dell'argomento.
Fin qui nulla di nuovo. Normale disinformazione.
what else?
Storia banale, eroi 100% americani, il Presidente Nero che affonda con tutta l'America (insieme al Premier Italiano!!!), lo scienziato buono, il padre di famiglia... la madre con due figli che sembra una fotomodella..... il mondo che si distrugge.... gnha che sbadigli.......

poi a un certo punto lo shock.
Nel giro di 30 secondi vengono mostrati i due pilastri del Mondo che crollano.
Si inizia con l'Obelisco di Washington


che crolla sotto lo sguardo attonito del Presidente Nero. Questo monumento fu inaugurato il 9 ottobre del 1888. Una volta completato, il monumento divenne l’edificio più alto del mondo, superando la Cattedrale di Colonia, precedente detentrice del record. Quindi l'Obelisco piú alto del mondo cade a pezzi.

Poi nel giro di 30 secondi passiamo a Roma:



Con la piazza san Pietro e il suo Obelisco.  Quello stesso Obelisco che il Papa ha citato recentemente mettendolo in relazione con il Solstizio di inverno. Questo qui é molto antico e viene dritto dall'Egitto. L'unico fra gli obelischi che non é MAI CADUTO. Se cadesse cadere il centro del Mondo dovrebbe essere trasferito da un altra parte

Ecco che fine fa.


Beh, caro diario, quello che questo significa lo so io e lo sai anche tu. Quindi il nostro regista tedesco questa volta non si limita alla sua opera di creazione della realtá ma lancia per conto dei suoi datori di lavoro un messaggio ben preciso a "coloro che possono capire".

Beh, caro diario: e ora che si fa?
Parliamo con loro?

39 commenti:

Anonimo ha detto...

Una indicazione per decodificare la data corvide e capire meglio a che punto siamo?

Anonimo ha detto...

L'obelisco di San Pietro è della XII distania egizia, noto come obelisco di Caligola (interesantissimo imperatore che tutto era tranne che pazzo. Infatti era un INIZIATO di altissimo livello Gran Sacerdore di Iside). L'obelisco americano (che quando venne completato superò per altezza l'edificio più alto del tempo che era che strano- la Cattedrale di Colonia -haem- ...) vide la luce con una cerimonia massonica molto complessa. Da sempre alcuni obelischi rappresentano gli assi del mondo, l'Igdrasil dela mitologia norrena. Se cadono cade il mondo
Max

Anonimo ha detto...

OOooohhhh!

Ora sì che ho capito tutto!

Allegria!

^___^

GiBi

Anonimo ha detto...

Il film l'ho visto ieri sera, sala esaurita in ogni posto. La mia postazione era in terza fila laterale e quindi non ho goduto a pieno degli effetti speciali. Ancora non mi sono fatto un'idea sugli eventuali messaggi nascosti dietro ogni particolare scena. Ci sono molte cose che stridono con l'attuale realtà socio-politica. Perchè costruire le arche in Tibet, ovvero in territorio cinese? Forse perchè i cinesi sono bravi e veloci a saldare? O forse perchè il grande ondone da 1500 metri di altezza avrebbe trovato più difficoltà a raggiungere le vette himalaiane? Non ci siamo. Non ci siamo proprio. Inoltre terrei a ricordare che nonostante Deng Xia Ping ha sdoganato il sistema capitalistico in Cina a fine anni 70, ciò non significa affatto che abbiano buttato al macero l'ideologia socialista che c'è a collante del regime cinese - che, ed è un particolare non secondario - è in antitesi a quello capitalista occidentale attualmente allo sbando. Nel senso che non dobbiamo affatti crogiolarci nell'assunzione che "noi" - in senso lato occidente - siamo ancora alle redini dell'umanità. E' molto più plausibile che nell'eventualità di una fine/nuovo inizio, quelle ideologie ormai definite da "noi" sconfitte e superate non si ritrovino ad essere le sole ad assumere l'unica opzione per "governare" il caos. Alla faccia di Bildeberg, i massoni e gli integralismi religiosi.
Markus

ercole28 ha detto...

avete notato che cosa c'è sul blog di Debora Billi e Pietro Cambi oggi??? (http://crisis.blogosfere.it/2009/11/la-crisi-obama-e-gli-ufo.html)

la voce si sparge...ma il tono sembra ancora il commento di un fake..

ciao
ercole28

Anonimo ha detto...

occhio a natale... e poi di nuovo a marzo...

corvo ha detto...

Grazie della segnalazione.
Ho commentato.
Il tono é quello superficiale di chi considera la faccenda come "non ne vale manco la pena di guardarci dentro"

Anonimo ha detto...

Ho visto citato il bluebeam project: cosa ne dite di qs. video?

http://www.youtube.com/watch?v=VxceOzwd2qA

grazie

Zita

corvo ha detto...

cosa ne dite di qs. video?

a parte la pessima musica? Le informazioni del video sono un frullato di tutto ció che si puó frullare insieme.
è triste vedere come alla disinformazione organizzata si aggiunga anche quella indipendente.

Il progetto Blue beam originale prevede di creare una falsa invasione aliena e fu pianificato giá 40 anni fa.
Ne parlò W. Von Braun.

Attualmente la tecnologia é pronta ad essere usata e nelle intenzioni di un certo gruppo bisognerebbe usarla prossimamente.

Anonimo ha detto...

Grazie, Corvo, sto' dando un'occhiata. Pur essendo totalmente digiuna dell'argomento blue beam p. avevo annusato che quel video fosse farcito come una gallina; però fra tante cose, il senso generale dovrebbe essere abbastanza corretto. La musica è orrenda, hai ragione.

Come dice Indo, sono tempi interessanti e che viaggiamo a vista è abbastanza palese a tutti i livelli: ciò non è foriero di un futuro roseo.

Poi volevo rispondere a Max che scrive:

"@ Zita
La Chiesa ufficiale ha dichiarato eretici quei suoi gruppi che indagavano troppo e che venivano aconoscenza di alcune cse scomode. Inoltre molti gruppi eretici non erano assolutamente esoterici nel senso pieno del termine. Sarebbe interessante studiare la figura di San Francesco, conoscitore della lingua argotica, cataro ed eretico ma a conoscenza di alcune cose talmente importanti e profonde che la Chiesa non lo mandò al rogo (cosa che fece per moltissimi suoi seguaci) ma elevò al rango di Santo (promoveatur ut amoveatur)"

Ci sono persone che stanno facendo ricerche piuttosto approfondite sulla figura di S.Francesco, proprio per le ragioni da te accennate e che potrebbero richiedere lumi su qs. beatificazione.
Non mi pronuncio perché decisamente impreparata sull'argomento. Pare che due città si scontrino in terra dalla note dei tempi e, in storia recente, anche nella Chiesa dai tempi di Papa Giovanni XXIII fino ai giorni ns. la battaglia si è fatta sanguinosa.


Nel video che ho mandato, e che giustamente è stato giudicato per come merita, tuttavia vi è un fatto che mi ha colpito relativo proprio ai templi cristiani, nella fattispecie quelli di ultima generazione.
Viene mostrata una croce fuori da una Chiesa e, se ho capito bene, anch'essa potrebbe essere utile all'attuazione del BBProj, sempre col beneficio dell'inventario.
Dagli anni 70 a venire ad oggi nelle Chiese moderne viene fatto ampio uso di simbologie occulte, non solo massoniche, per esempio. Io ho trovato in qs. motivo di riflessione.

Zita

Anonimo ha detto...

@ Zita

Il periodo in cui è vissuto Francesco è forse uno dei più importanti nella storia dell'intera umanità. Troviamo Federico II, Celestino V, al-Kamhil, Dante, ecc. ecc. tutti in un pugno di pochi anni, Gerusalemme e Roma (la nuova Babilonia) come sempre sono ai ferri corti. Probabilmente vi è stato un momento -temo irripetibile- in cui si poteva cambiare il destino dell'uomo. Nell'eremo di Scarzuola vi è l'immagine (unica) di Francesco che si libra dal suolo (levitazione accordata solo a pochissimi eletti). Se hai la possibilità di visitare il luogo (privato ed aperto saltuariamente al pubblico) nell'affresco vedrai dei curiosi "oggetti volanti". La chiesa di oggi manda molti segnali e neanche troppo crptici. La nuovissima chiesa dedicata a Padre Pio ne è un esempio: altari triangolari, asimmetria dello stesso tempio, ecc. ecc. Il problema è che per tentare -ripeto tentare- di decifrare certi metamessaggi bisogna avere chiavi che spesso è difficile appena intravvedere. I tempi stanno maturando. Sarà un'altra opportunità come nell'evo di Francesco? Lo spero, anche perchè allora, dopo l'occasione mancata arrivò la peste nera.
Max

Anonimo ha detto...

Nelle chiese non solo dagli anni '70 ma dalle sue origini c'è una marcata presenza di simbologia, occulta e no. Per chi è veramente interessato a questo tipo do conoscenza suggerisco la lettura di:
'Il Sapere in Esilio' di Demetrio Iero e Adriana Pesante.


Saluti

Anonimo ha detto...

@ Max

"Il periodo in cui è vissuto Francesco è forse uno dei più importanti nella storia dell'intera umanità. Troviamo Federico II, Celestino V, al-Kamhil, Dante, ecc. ecc. tutti in un pugno di pochi anni, Gerusalemme e Roma (la nuova Babilonia) come sempre sono ai ferri corti."

Sono d'accordo, è uno dei periodi più interessanti anche per me. Però non vedo una contrapposizione così netta (tanto da essere indiscutibile) fra due città che rappresentano l'una il bene e l'altra il male. E così nelle persone. Credo piuttosto in un mosaico dove le tessere compongono un quadro ciascuna per la sua parte.


"La chiesa di oggi manda molti segnali e neanche troppo crptici. La nuovissima chiesa dedicata a Padre Pio ne è un esempio: altari triangolari, asimmetria dello stesso tempio, ecc. ecc."

Non mi è chiaro però il giudizio che dai di qs. messaggi, tu credi che siano mezzi per raggiungere il bene oppure no?
Non so se mi sono spiegata.

"Il problema è che per tentare -ripeto tentare- di decifrare certi metamessaggi bisogna avere chiavi che spesso è difficile appena intravvedere."

Sono perfettamente d'accordo, ci vogliono specialisti che conoscono la materia in prima persona (ex massoni? ex esoteristi? conosci per esempio il caso di Louis Pauwels?). Da quel che so io, la Chiesa da decenni naviga in acque perigliose, anzi pare che sia in mani "nemiche", a partire dal soglio di Pietro.. ma io non ho le conoscenze precise. Certo i frutti..

"I tempi stanno maturando. Sarà un'altra opportunità come nell'evo di Francesco? Lo spero, anche perchè allora, dopo l'occasione mancata arrivò la peste nera."

I tempi si evolvono rapidamente. Poi chissà di che natura saranno le opportunità, se vorremo e sapremo sfruttarle.. Qs. non so' dirti.

Zita

corvo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo, ci vogliono specialisti che conoscono la materia in prima persona (ex massoni? ex esoteristi?

Vorrei invitare a non fare di tutta l'erba un fascio adottando un Feindbild che puó essere comodo ma non aiuta a nient'altro che a sentirsi dalla parte dei "buoni".

I massoni e gli esoteristi non sono il vostro nemico. Nemmeno gli economisti e i politici lo sono.
e di contro il popolo non é sempre l'innocente agnello portato al macello.
La responsabilitá é individuale e ognuno decide di per se cosa fare del sapere.

Prima del cristianesimo l'umanitá accumuló svariati migliaia anni di storia e cultura.
Vi sono gruppi che conservano questo sapere, acquisito piú o meno direttamente.
Alcuni di essi lo usano a loro egoistico vantaggio altri a maggior vantaggio dell'umanitá.

Il cattolicesimo integra questo sapere nelle sue chiese, non vi é nulla di strano in questo.
Se a qualcuno da fastidio dovrebbe considerare l'idea di divenire protestante: una delle loro chiese é totalmente priva di simbolismi.

Il tempo che stiamo vivendo non ha paragoni nella storia (ricordata) dell'umanitá. è un buon momento per prendere le nostre responsabilitá e camminare sulle orme di quei grandi che ci hanno preceduto.

Anonimo ha detto...

@ Zita
due città contrapposte non necessariamente devono essere in lotta mortale ma spesso servono per trovare un equilibrio. In certi rituali vi sono dei pavimenti a scacchi bianchi e neri e si dice che la persona iniziata è quella che riesce a muoversi in quell'infinitesimale spazio che esiste tra la mattonella bianca e quella nera.

La Chiesa manda messaggi a chi li sa interpretare. Sicuramente è a conoscenza di cose che l'umanità non è pronta a raccogliere. La Chiesa al suo interno vive ancora la lotta tra il pensiero di Giacomo e quello di Paolo. Anche se da sempre il potere è nelle mani dei seguaci di Paolo (e quindi di Pietro), la sua parte più esoterica è fedele a Giacomo (e quindi ai due Giovanni).

"Il mattino dei Maghi" è un libro interessante pieno di spunti e di notizie da approfondire e studiare. A proposito di esoteristi e massoni. Temo che spesso vi sia una notevole confusione. Come tutti gli uomini vi è chi sbaglia ma in linea di principio la massoneria (chiamiamola quella seria) ha come fine quello di essere vicina ai bisogni dell'uomo. Libertà, eguaglianza e fratellanza sono il suo motto ed in suo nome si sono abbattute le tirannie di fine 1700 e creati stati moderni e democratici, come gli USA (che poi con il tempo questa nazione abbia preso tutta un'altra strada, bè questo è un altro discorso). Un altro motto caro alla massoneria è: dal caos all'ordine (inteso nel suo più profondo senso metafisico). Come nella Chiesa (con cui ha molti più contatti di quanto si creda) vi sono due anime contrapposte: una per così dire bianca ed una nera. In questi tempi il nero sembra prevalere ma il bianco non è morto.

Ognuno risponde dele sue idee e del suo modo di operare in questo mondo terreno: io credo che sia necessario vivere serenamente e con consapevolezza. In noi vi è una scintilla divina: non scordiamolo mai.

Max

Anonimo ha detto...

@ corvo
e' chi e' quindi (se c'e') il nostro nemico?

corvo ha detto...

e' chi e' quindi (se c'e') il nostro nemico?
La risposta difficile é: guardati allo specchio.

Vi sono forze che tentano attivamente di portare l'umanitá a tradire se stessa. Ma alla fine ognuno di noi puó decidere se seguirle o meno.
non date la responsabilitá a nessuno ma prendetela sulle vostre spalle e chiedetevi:
cosa posso fare?

Da un punto di vista ontopolitico i creatori di realtá di cui spesso ho giá parlato sono i nostri nemici.
Creare una realtá significa manovrarne i meccanismi e trasformare chi si muove al suo interno in una marionetta nelle mani dei creatori.

Nell'ultimo periodo si fa un gran parlare del signoraggio sulla moneta.
Questo é un esempio economico di creazione di realtá, ma non il piú importante.
Un altro esempio, piú politico, é stato l'11 settembre.
Un terzo esempio piú ontopolitico avverrrá se Obama decidesse di annunciare l'esistenza degli Alieni.

I vari veli che sono posti sulla conoscenza del Reale sono il nostro nemico.
Coloro che li creano (a tutti i livelli) sono il nostro nemico.
Ma il nostro peggior nemico e la nostra passiva accettazione di essi.

Anonimo ha detto...

diamo per ovvio il rifiuto totale di qualsiasi velo,ingoiamo quindi la capsula (non mi ricordo piu' se era la rossa o la blu)per uscire dalla matrice, per conoscere il Reale il cammino sarebbe quindi l'esplorazione dell'Io?
il velo per me e' talmente spesso che brancolo nel buio.

corvo ha detto...

per conoscere il Reale il cammino sarebbe quindi l'esplorazione dell'Io?
Secondo l'Advaita Vedanta (la Conclusione dei Veda Non duale) le due qualitá necessarie sono il Viveka e il Vairagya.
Il primo termine significa "discernimento" fra ció che é reale e ció che non lo é.
il secondo "Distacco" da ció che non é reale.

Nella Cabala il reale é descritto in diversi stadi ognuno dei quali ha dei veli davanti.

Queste due filosofie sono le piú complesse che si conoscano in Oriente e in Occidente.

Anche coloro che non sono ancora pronti a seguire una via mistica senza compromessi (la maggior parte dei lettori) possono tuttavia iniziare a rimuovere Veli.
Il concetto di Discriminazione si puó applicare alla politica, all'economia e cosí via.
A questo punto il significato della parola "cospirazione" cambia radicalmente.

Cercare di rimuovere il Velo davanti alla realtá non é l'attitudine del paranoico ma dell'uomo saggio che conosce la natura del gioco divino (Lilá).

Tutti questi concetti dovrebbero essere considerati non come parte di un dogma religioso contrapposto a un altro.
Da parte mia benché li conosca e li apprezzi ho deciso di non usarli ulteriormente in questa discussione per non offrire spazio agli equivoci.

Faurio ha detto...

Bene Corvo, allora dovresti spiegarci come cominciare a togliere il primo velo.
saluti
Faurio

Anonimo ha detto...

CSN

In effetti Corvo, a mio parere, non è che tu stia facendo molto per dipanare i veli, nonostante il blog sia frequentato, evidentemente, da persone con una certa apertura mentale.

Va bene il NDA, ma il fatto che una persona sia ben disposta ad accogliere teorie che vanno contro ogni raziocinio, non implica che possa compiere un atto di "fede" ciecamente.

Per esempio io ho posto in vari thread tre domande, tutte regolarmente disattese:

1) Colonia potrebbe avere a che fare con il codice manicheo di colonia?

2) Si possono avere indicazioni per la decodifica della data corvide?

3)I crop circles sono legati a quanto starebbe accadendo o sono di origine antropica?

Se anche stavolta non ricevessi alcuna risposta, smetterò di postare e continuerò solo a leggere il blog attendendo con pazienza il 10 dicembre per valutare quanto sinora appreso sul blog.

Saluti

corvo ha detto...

cari commentatori,
vi chiedo da un lato di avere pazienza da un altro di esercitare le vostre ottime capacitá di discernimento.
Sto lavorando in contemporanea a una serie di articoli che spero getteranno luce su alcune domande di base.

di seguito delle affermazioni che per ragioni di tempo non posso specificare meglio oggi.

dovresti spiegarci come cominciare a togliere il primo velo.
primo velo: tutte le crisi contemporanee che stiamo vivendo (chiamiamola la crisi meta sistemica) sono connesse alla natura frattale del tempo (articolo in preparazione).

secondo velo: le dimensioni non sono statiche fra di loro. Esse vibrano. In alcuni periodi storici esse sono in risonanza per cui é piú facile passare fra di esse. Noi stiamo per entrare in uno di queste ere di risonanza.
Leggete Esiodo.

1) Colonia potrebbe avere a che fare con il codice manicheo di colonia?
No, colonia ha a che fare con il fatto che la cattedrale é stata edificata per essere il centro del mondo e che un papa tedesco che volesse spostare la sede da Roma la troverebbe come la sede piú naturale.

2) Si possono avere indicazioni per la decodifica della data corvide?
ogni seguenza di lettere e numeri puó, meglio dovrebbe essere, valutata secondo diverse ottiche e scale. Convertendola si ottengono sempre informazioni diverse.

3)I crop circles sono legati a quanto starebbe accadendo o sono di origine antropica?
si e no.
La maggior parte dei crop circle sono fatti da uomini. Alcuni fanno eccezione.

kilkenny1975 ha detto...

Ciao,
vi chiedo di leggerlo fino in fondo, mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=29f408b169f2a3fd

Anonimo ha detto...

questo del ex ministro canadese paul hellier si puo' definire come un tentativo di disclosure?
so' che e' un po' vecchio pero' in pratica anticipa e descrive la politica usa e il governo ombra dietro allora presidente clinton.
quanto c'e' di vero in quel che dice?

http://www.youtube.com/watch?v=T4zEvCiG_Ow&feature=related

grazie

corvo ha detto...

questo del ex ministro canadese paul hellier si puo' definire come un tentativo di disclosure?
paul hellier racconta tutta la veritá come la conosce é non é il solo a dire queste cose.

questi di sotto sono solo alcuni dei testimoni del disclosure Project:


* Nick Pope: British Ministry of Defense Official
* Astronaut Gordon Cooper
* Astronaut Edgar Mitchell
* Monsignor Corrado Balducci (deceased)
* Admiral Lord Hill-Norton: Five-Star Admiral, Former Head of the British Ministry of Defense (deceased)
* Dr. Robert Wood: McDonnell Douglas Aerospace Engineer
* Dr. Alfred Webre: Former Senior Policy Analyst, Stanford Research Institute
* Denise McKenzie: Former SAIC employee
* Colonel Philip J. Corso: US Army (deceased)
* Colonel Ross Dedrickson: US Air Force/AEC (ret.)
* Lieutenant Walter Haut: US Navy
* Dr. Eugene Mallove
* Lieutenant Colonel Thomas E. Bearden: US Army (ret.)
* Don Phillips: US Air Force, Lockheed Skunkworks, design engineer/CIA contractor, worked with Kelly Johnson
* Major General Vasily Alexeyev: Russian Air Force

Il motivo per cui la disclosure viene ancora discussa é che non ha trovato spazio sui giornali allineati, non perché manchino i testimoni o i fatti.

Anonimo ha detto...

@ kilkenny
ho letto anch'io lo stesso articolo pochi giorni fa.
alcune cose mi sono venute alla mente quando ho letto l'articolo sulle rovine e l'ipotesi che la mitologia sumera abbia una valenza storica:
perche' una civilta' cosi avanzata tecnologicamente da viaggiare nel cosmo dovrebbe aver bisogno di "braccia umane"quando con un minimo di fantasia fantascientifica(e nemmeno tanta)con delle macchine (robot per esempio)posso fare lo stesso lavoro meglio e piu' velocemente?
perche' se ancora c'e' oro nelle miniere me ne vado se tanto mi interessa?
e poi se fosse vero che nibiru ebbe provocato il diluvio,le tracce dei depositi salini dell'inondazione marina da marea dovrebbero formare uno strato uniforme sull'intero globo ad una profondita' costante e databile e per quanto ne so' non e' stata trovata.
resta comunque l'importanza della scoperta che se si dovesse confermare la datazione metterebbe in discussione tutto il costrutto della storia dell'evoluzione umana.

katanga

Anonimo ha detto...

@ Kilkenny1975
se ti piace l'archeologia "impossibile" ti segnalo questo sito:

http://mmmgroup.altervista.org/i-gall.html

Alcuni dei reperti qui presentati sono stati fatti rientrare nell'ortodossia archeologica, ma altri rimangono affascinanti testimonianze del fatto che "E’ necessario un completo mutamento di paradigmi nel nostro modo di vedere la nostra storia umana” (cit. di M. Tellinger, autore della scoperta che ci hai segnalato).
Saluti.

Donato Cavallo

kilkenny1975 ha detto...

@Donato
Grazie della segnalazione, vado subito a vedere

@katanga
Anch'io penso che esseri tecnologicamente avanzati non abbiano avuto bisogno della razza umana per realizzare i loro scopi.

Sono convinto però che millenni fa erano qui, che abbiano contribuito nell’evoluzione della nostra specie, non so se siano qui adesso e se non dovessero essere qui credo che prima o poi ritorneranno.

Volevo sapere se questa teoria era condivisa anche da voi ( alieni nel passato ) o se era solo un mio pensiero isolato.

Credo anche che solo gli uomini possano fruttare altri uomini ecco perché credo che civiltà più evolute in passato abbiano fruttato quelle in fase di evoluzione.

.
Per quanto riguarda Nibiru credo che esista ma non posso sapere se è stato lui la causa del diluvio, diluvio che però a mio avviso è avvenuto ne possiamo parlare se volete e a mio avviso il mar nero ne è una testimonianza.

Ciao
C

Anonimo ha detto...

Corvo dice: 'La maggior parte dei crop circle sono fatti da uomini. Alcuni fanno eccezione.'

Mi interesso da anni del fenomeno cropcircles e ho avuto modo di vederli all'opera questi uomini un po' burloni. Ci impiegano ben più di 2 ore. Fanno delle schifezze.

Oppure uomini con ultratecnologia? In tal caso l'esercito ne sarebbe all'oscuro visto che si prende denuncie per voli 'intimidatori' verso i ricercatori presenti sul luogo del fenomeno. Che vogliano allontanare fintanto che è presente ciò che non deve esser nè visto nè sentito?

Oppure i militari fanno il doppio gioco, cioè fingono di intimidire per dar ciccia che distrae la pecora? Non credo.

I simboli rappresentati nei campi di grano sono 'vivi', nel senso che vibrano. Se si disegnano su carta assorbente con grafite o inchiostro di china e orientati, anch'essi vibrano.
La gran parte sono simboli in grado di ampliare la coscienza.
Ad esempio:
-Terapie con i Cerchi nel Grano- di Anna Maria Bona.
E il già citato:
-Il Saper in Esilio- Demetrio Iero e Adriana Pesante
Qust'ultimo gioverebbe di molto alla gatta frettolosa.
:-)

Echinacea

p.s.
Ci sono agroglifici complessi fatti dalla tecnologia umana, quelli a 'pixel', ma pochi brutti e bruti.

Anonimo ha detto...

@ kilkenny
per quanto mi riguarda e' "semplice" nel senso che anche la nostra fisica ammette tranquillamente viaggi nel tempo.
per cui chi e' in grado di viaggiare a velocita' superluminare e' anche in grado di muoversi nel tempo a suo gusto e molte delle tracce di umani di milioni di anni fa (vedi il sito consigliato da donato)altro non sono se non visite di "turisti"delle ere dell'Uomo del futuro capace appunto viaggiare nel tempo.

hasta luego

katanga

Anonimo ha detto...

Uhmmm...

E se... gli extraterrestri avessero avuto bisogno degli uomini per estrarre l'oro proprio perché non hanno trovato di meglio, per lavorarlo ed estrarlo? Magari erano anche più economici...

E se ci avessero da sempre manipolato per farlo pervenire nelle loro... casse?

E se... avessero lasciato qualcuno qui che si deve occupare di "raggranellare" più oro possibile scambiandolo ad esempio... con moneta di carta... (Signoraggio)

oppure con "finti lingotti" ???

http://portalino.org/africa/index.php?option=com_content&task=view&id=421&Itemid=2

E chissà in quale altro modo.... magari direttamente dalle banche...

Boh... un'idea balenatami così.

GiBi

Verebelyi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pluto ha detto...

Corvo parla di 2 gruppi distinti, uno che si batte per la disclosure di tecnologie energetiche che potrebbero mitigare gli effetti di questa crisi (ed eventualmente anche la disclosure di entità non appartenenti a questa Terra/dimensione) e un secondo che preferirebbe inscenare invece una "guerra tra i mondi". Entrambi i gruppi, da quanto ho capito, vorrebbero ciò per distrarre l'umanità da altro.
Fin qui vi è quanto mi sembra di aver capito. Oltre a ciò vi sono mie supposizioni.
Un gruppo così potente da poter indirizzare gli ultimi 10 Presidenti degli USA difficilmente poteva non essere consapevole della crisi in arrivo, e facilmente poteva "seppellirla" per alcuni anni: non penso si parli di molto di più perchè sembra che alcuni accadimenti stiano accelerando i loro ritmi.
Quindi questi due gruppi si distinguono oltre che per la presunta "sorpresa" pure per ciò che vogliono.
Il primo (quello della disclosure per ammansire gli animi) usa la vecchia strategia del "panem et circensem", cerca di evitare la crisi e pertanto sembra abbia bisogno di tranquillità per operare.
Il secondo gruppo, probabilmente più influente perchè fin ora sarebbero i suoi piani ad essersi concretizzati, vedrebbe il disordine derivato dalla disoccupazione e dalla caduta diffuse del benessere, la crisi e il peggioramento dello stato attuale auspicabile. Sono pertanto questi i suoi strumenti.

Chi potrebbe volere la tranquillità e perchè? Probabilmente qualcuno che finisce i preparativi per mettersi in salvo da quel fantomatico cataclisma che sembra affiorare qua, tra le righe. Se ci fossero rivolte diffuse dovrebbe prima cosa preoccuparsi di salvarsi la pelle prima del momento per cui sta preparandosi e pertanto il suo fine sarebbe più difficile da perseguire.
Questa ipotesi è abbastanza facile da formulare e comprendere.

Diversamente, invece, è piuttosto difficile capire a chi potrebbe giovare un peggioramento delle condizioni sociali "sul finale" e addirittura inscenare uno scontro con altre razze, se di questo si tratta. Fini materiali alla preparazione ad un accadimento negativo, è più difficile immaginarne con questi presupposti.
Io generalmente penso "Homo hominis lupus".. specialmente quando non ci si può permettere di essere generosi. E questo scenario permetterebbe davvero poca generosità.
Forse il fine può essere spirituale? Badate! Sono solo mie personalissime riflessioni.. nemmeno ipotesi.
Che il fine possa essere riuscire a tirar fuori dall'uomo nell'ultimo suo periodo il peggio di sè? E ciò a "cui et qui prodest?"

Sulla base di quanto detto mi sembra che i due gruppi siano molto diversi, sia come finalità che come paradigma ontologico.. uno umano l'altro.. non so.

Anonimo ha detto...

Grazie a Echinacea per il consiglio di lettura.
;)
Per il resto, essendoci tanta carne al fuoco, personalmente sto' meditando.
Però ringrazio tutti per i contributi interessanti. A presto

Zita

Anonimo ha detto...

@ Donato

Grazie per il link sull'archeologia impossibile.

Le prove le abbiamo di fronte a noi... ma non sappiamo bene che cosa vogliano dire...

Che sciocchi siamo, no?

GiBi

corvo ha detto...

@ fans archeologia impossibile

Posto che sul pianeta vi sono prove indisputabili di civiltá avanzate sia l'ipotesi "civiltá interamente sviluppatasi sul pianeta" che quella "influsso civiltá extraterrestre" presentano ampi punti deboli.
IMPOSTAZIONE ETNOGRAFICA
I nostri antenati NON erano stupidi.

Quando ci parlano del fatto che gli Dei camminavano in mezzo a loro li dobbiamo prendere con estrema serietá.

Ai coraggiosi suggerisco di iniziare a pensare in termini di "influsso civiltá dimensionale".
anche qui articolo in preparazione (quello sulla natura dello spazio tempo).

Faurio ha detto...

Un piccolo velo l'ho tolto vedendo il video dell'ex primo ministro canadese. Sarebbe un po come vedere Giuliano Amato che parla di UFO.
Spero che lo faccia col cuore e non indotto da poteri che da queste esternazioni possano trarne vantaggio.
Di archeologia misteriosa avevo letto un libro di Peter Colosimo, Non è Terrestre che già alla fine degli anni 70 raggruppava tutte le incongruenze archeologiche che ci circondano. Dopo quel libro sono diventato un "cospirazionista/complottista", avevo solo 10 anni e avevo capito che non tutto è ciò che sembra.
Saluti
Faurio

kilkenny1975 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
kilkenny1975 ha detto...

E’ qui che ti volevo,
Chi non ci dice che queste entità aliene (oggi) non siano esseri umani che hanno seguito un altro corso della storia ( di un’altra dimensione temporale per intenderci ).

Noi rappresentiamo la dimensione tempo con la classica linea retta ma se la stessa avesse più una forma che ricordi più un ramo di albero con tutte le sue possibili ramificazioni?

Tutte le possibili scelte possono essere intraprese, ovviamente non in questa dimensione ma in altre.

A mio avviso, il viaggio nel tempo non è possibile, non perché non si può generare l’energia tale per curvare lo spazio e il tempo a piacimento, ma perché il tempo a mio avviso non è lineare.

Sempre a mio avviso, se qualcuno avesse la tecnologia per creare la quantità di energia necessaria per curvare lo spazio/tempo a piacimento, sarebbe più semplice per lo stesso passare da una dimensione all’altra piuttosto che cercare di raggiungere un punto indeterminato in un continuo temporale praticamente indeterminabile…

E qui chiudo perché sta venendo il mal di testa anche a me

Posta un commento

Grazie della tua opinione. il tuo commento sará pubblicato dopo una verifica.