26 novembre 2009

Elementi di Ontopolitica: struttura del tempo






Un esempio di Propagazione di profezie
Domani é il 27 Novembre, data da molti (ma non dal sottoscritto) indicata come quella della Disclosure.
Per chiarezza la data originale é stata citata off record da Pete Peterson durante un intervista con il progetto Camelot.
Bill Ryan se la fece sfuggire durante una conferenza e successivamente lo stesso fece David Wilcock in un intervista radiofonica. I venditori del WebBot, sempre alla ricerca di notizie da integrare nel loro  sistema di predizione (a pagamento) si sono impadroniti della data.
Infine una serie di superficiali navigatori internet l'hanno identificata come LA DATA della Disclosure e attribuita al Webbot.



Un istantanea del Tempo
La domanda che il lettore si stará ponendo é:
Si ma alla fine domani succede qualcosa o no?
A questa domanda troveremo risposta domani. Questo riflessione é sulla natura del tempo e sugli eventi.
Giorni fa ho avuto una discussione con un assiduo frequentatore di questo blog il quale mi ha fatto notare che il
 ""25 Ottobre non é successo nulla".
Ma quando é che succede qualcosa? abbiamo precedentemente introdotto il concetto di Catalistic Catartic Events per sottolineare l'importanza determinante dell'osservatore nella determinazione, nella creazione degli eventi.
In realtá  di cose sotto i nostri occhi ne stanno succedendo una quantitá.
I vecchi ordini mondiali vacillano, mentre la Cina e il Giappone dicono "no" al gigante americano.
è in corso una pandemia che in questo momento é estremamente sottovalutata. Abbiamo un cambiamento climatico la cui origine é incerta ma le cui conseguenze sono ben note.
Si parla di guerra per stimolare l'economia. Guerra contro chi?
Nel frattempo in Inghiltera per la prima volta un politico va al potere con un programma che ha la Disclosure al primo posto. Poi tiene conferenze che indirizzano direttamente lo Space Command Americano.
è il momento storico nel quale ogni ragazzino ha accesso alla potenza di calcolo di un super computer e  i militari gli rubano la playstation.
Tutto succede contemporaneamente.
Succedono sempre piú cose, sempre piú in fretta.
Il tempo sembra accelerare.
Ma che significa?
come puó il tempo accelerare?
è una percezione culturale legata all'osservatore o una prioprietá del tempo stesso?

Il tempo come ci piacerebbe che fosse
La comune visione del tempo é derivata da quella dell'inghilterra Vittoriana.
Noi siamo i Giganti sulle spalle dei Nani che si hanno preceduto.
I quali nani del passato hanno poco da raccontarci sulla natura del tempo come di quella dello spazio.
Il passato é insignificante, siamo proiettati al FUTURO.
è la favola di  una percezione del progresso scientifico che continua e continua a progredire fino a...
... fino a dove?
...o fino a quando?

Fisici  moderni e antiche filosofie Orientali concordano su una cosa: Il tempo è cambiamento. Il tempo è un flusso, da Eraclito al Tao Te Ching. all' I Ching, o Libro dei Mutamenti
Che tipo di flusso?
La storia quale che noi la percepiamo é una successione lineare di  Catalistic Catartic Events (CCE) i quali entrano in esistenza solo nel momento nel quale noi ce ne rendiamo conto.
L`osservatore si muove lungo il tempo lineare
fino ad incontrare l`evento

Diverse culture, in particolare quelle orientali, ci descrivono un modello alternativo di tempo circolare.
L`osservatore, muovendosi sul tempo circolare
puó incontrare lo stesso evento diverse volte

In esso l'osservatore della storia si troverebbe a fronteggiare lo stesso evento piú volte.
In sostanza il tempo circolare non é diverso dal precedente lineare a parte che certi eventi si ripetono ciclicamente.
Nel main stream la prima concezione  é definita come "normale" e la seconda "esotica" se non "esoterica".
Entrambe le concezioni sono facili facili da capire e non presentano problemi...

La natura del Tempo quale é
 Terence McKenna

Eppure nessuno dei precedenti modelli ci offre una spiegazione soddisfacente per questa sensazione di accelerazione del tempo di cui parlavamo sopra.
Il primo che, come reazione a questa consapevolezza  elaboró una teoria alternativa sul tempo fu Terence McKenna. 
La sua teoria chiamata TimeWave Zero é basata sui 64 esagrammi dell'I-king e descrive la variazione nel tempo della Novella (novelty).
La Novella viene espressa su un grafico come  quantitá di novitá nel tempo ed corrisponde alla extropia in quanto contrario di entropia.
Secondo McKenna l'evoluzione della vita segue intelligentemente un principio aggregante e non uno entropico.
Il nostro creó una teoria matematica che descriveva questa sua idea e per esplorarla scrisse un programma di computer (parliamo del 1974!). Si rese cosí conto di due cose:
  • la curva aveva delle regioni autosomigliati (simili ma non uguali)
  • la curva tendeva verso un punto preciso (attrattore strano)
La teoria del Caos
La teoria del caos partì dallo studio delle turbolenze.

L'aspetto affascinante di queste caratteristiche della TimeWave é che esse sarebbero state successivamente formalizzate dalla Teoria del Caos. Questa, all'epoca in cui McKenna giocava con a timewave (prima metá degli anni 70) ,  non era ancora conosciuta al di fuori di un piccolo ambiente matematico. Il primo congresso pubblico si svolse solo nel 1977.  In cosa consiste la Teoria del Caos?
Secondo G. Santayana 
"Chaos é il nome per quell`ordine che produce confusione nella tua testa"
Vediamo in dettaglio i due concetti che ci interessano.

Attrattori strani
in questa immagine vediamo il famoso esempio di 
Lorenz che mostra 2 attrattori (le regioni nere) intorno a cui 
si addensa il caos

I Sistemi caotici possono avere una forma speciale di attrattori, che sono chiamati attrattori strani. Anche se risiedono in una zona limitata dello spazio delle fasi, essi sono infinitamente lunghi e non periodici. Rispetto a perturbazioni piccole essi mostrano un comportamento caotico. Esistono figure geometriche chiamate frattali (vedi sotto), che mostrano una complessa e apparentemente irregolare  struttura geometrica. Essi sono incorporati in un sottoinsieme dello spazio di fase, il quale possiede una più bassa dimensionalità dello spazio di fase per sé;

A questo punto la maggior parte dei lettori non avrá capito cosa é un attrattore strano ma converrá con  Santayana.

Facciamo un esempio pratico:
i primi 6 risultati di una semplice equazione caotica sono:
0,63;  0,699;  0,6308; 0,6986; 0,6980; ...
Si puó vedere come le coppie di valori 0,63 e 0,69 non si stabilizzano, e si ripetono sempre; esse ci indicano la presenza di due attrattori strani a partire da dei specifici parametri di ingresso. 
L'esempio più noto di un attrattore strano è l'attrattore di Lorenz (vedi sopra), che il metereologo scoprì nella modellazione del clima atmosferico.
Nell'immagine di sopra possiamo vedere come appare un attrattore su un grafico: le due zone nere sono i due attrattori intorno ai quali si distribuiscono i punti nello spazio.

Regioni autosomiglianti
Una conseguenza della presenza degi attrattari strani é la creazione di regioni autosomiglianti. Queste sono strutture geometriche che addensano intorno agli attrattori piccoli o grandi. Per capire questo concetto abbiamo bisogno di visualizzarlo in un frattale, esaminandolo in diversi ingrandimenti.

Tre passi dell`insieme di Mandelbrot che mostrano le autosomiglianze

Per esempio zoomando dentro uno dei piú famosi frattali, chiamato insieme di Mandelbrot scopriremo che al suo interno vi sono micro strutture che assomigliano alla macro struttura iniziale. L´ aspetto affascinante é che si puó zoomare in maniera infinita dentro un frattale continuando sempre a ritrovare le stesse strutture.

l'onda vibrante del tempo
Torniamo al tempo.
il tempo secondo McKenna assomiglia a un vortice che si avvita intorno a un attrattore teleologico creando dele zone di risonanza .
In sostanza la TimeWave é caotica nella sua struttura. Se consideriamo gli attrattori strani come calamite di eventi vedremo che il tempo é influenzato da essi. Inoltre l'onda é caratterizzato dalle regioni di autosomiglianza.
un'immagine artistica del tempo come frattale con regioni autosomiglianti
aggregato intorno a un attrattore strano

I  n questo senso le teorie del tempo circolare non sono completamente errate quando sostengono che gli eventi si ripetono, benché in realtá nascano dala constatzione che eventi simili accadono.
Man mano che ci avviciniamo all'Attrattore teleologico principale le risonanze temporali sono compresse in zone sempre piú piccole.

in questo video vediamo delle schermate del programma che descrivono una parte del 2009 con alcune risonanze significative con eventi del passato.



Conclusione...?
non siamo in realtá che all'inizio del viaggio ma abbiamo fatto un piccolo passo avanti.
In questo articolo ho introdotto il concetto del tempo come variazione  di una quantitá extropica chiamata Novella. Rappresentato come vortice frattale che si avvita intorno a un attrattore strano, risuonando in tempi sempre piú brevi con degli eventi del passato.
In un successivo articolo parleremo di come la dinamica delle dell'ambiente nel tempo abbia influenzato la storia passata dell'umanitá e di come essa stia per divenire rilevante per quella futura.

39 commenti:

Anonimo ha detto...

La possibilità di modificare il tempo è legata ad un quantum energetico rilevante. Se milioni di persone sono in sintonia mentale potrebbero influenzare un evento? Nella storia umana si spesso usato questo artificio ( i mantra, le preghiere ripetitive tipo il rosario, i cammini penitenziali lungo labirinti -convogliatori di energia- posti sotto il transetto dei tempi, in particolare nelle cattedrali gotiche). L'indicare una data, il 27 novembre, il 21-12-2012, induce molte persone a emanare energia NEGATIVA (paura del futuro, di una crisi imprevedibile) che potrebbe influenzare in maniera NEGATIVA l'evento stesso, modificando l'assetto temporo spazile dell'attrattore. Il vortice di cui parli assomiglia all'orizzonte degli eventi di un buco nero (immagine inquieyanye anche se ormai sappiamo che almeno l'informazione riesce ad uscirne). Il caos in realtà ha un suo ordine ed uno dei compiti chi chi ha conoscenza è proprio quello di generare ordine dal caos.
Max

Anonimo ha detto...

scusate per i molti errori di battitura del mio post precedente ma stavo andando di fretta
@ Zita

chiedi notizie sui bambini che non vengono ammessi agli spettacoli degli illusionisti.
Bene, vi è una lingua iniziatica, l'Argotico (da cui la parola gotico) che è una lingua compresa dagli innocenti che sono: bambini, animali e pazzi. Quando si dice che Francesco parlava agli animali, Francesco parlava REALMENTE con gli animali perchè aveva conservato la purezza dei bambini e la lucidità extradimensionale dei pazzi. Ciao
Max

Anonimo ha detto...

@ Max
Grazie per le interessanti informazioni. A proposito dell'argotico, sarei molto ma molto curiosa di sapere se, effettivamente a tutt'oggi i bambini possono comprendere qs. lingua e se sono stati fatti degli esperimenti per verificare.

Ho scoperto che da noi bresciani è ancora presente l'uso della parola "argot" che in dialetto significa "qualcosa" e l'espressione "sa tutto, capisce anche l'argot" per dire di persona realmente intuitiva ed intelligente.
Curioso vero?
Ma se vuoi, dimmi si più su qs. argomento.
Grazie naturalmente

:)

Zita

Anonimo ha detto...

dove si trova qualcosa sulla lingua argotica?
grazie

Anonimo ha detto...

@ Zita

l'argotico sarebbe, secondo fonti esoteriche, la lingua primitiva dell'umanità andata perduta con la caduta dell'uomo (una delle tante, invero) raccontata ad uso popolare con la storia della torre di Babele. Solo i puri sarebbero in grado di capirla; inoltre conservano anche la capacità di vedere cose che noi non riusciamo più a vedere (hai presente la favola del "Re è nudo" ?). Da un punto di vista scientifico si può dire che un bambino molto piccolo usa solo un 10% di linguaggio strutturato mentre il rimanenete 90% è dedicato al metalinguaggio (segni, espressioni, colori, intensità della voce, ecc). Ci sono studi sull'apprendimento infantile, anche interessanti ma sono limitati solo all'aspetto tecnico, non all'aspetto esoterico dell'apprendimento (su questo invece ci sono cose importanti descritte da Steiner e dalla nostra Montessori). Un piccolo semplice testo è "Linguaggio segreto dei bambini" di Lawewnce Shapiro, Rizzoli Editore. Grazioso per iniziare un percorso che potrebbe portare lontano. Nell'immaginario collettivo il bambino può vedere oltre la soglia, può fissare il Male negli occhi perchè è protetto da una specie di velo magico che lo preserva dal fuoco distruttore. Nell'antichità il sacrificio più alto era quello di immolare proprio i bambini agli dei quando questi erano molto, ma molto arrabbiati. Oggi noi molto più prosaicamente immoliamo a Pasqua -festa della rinascita- gli agnellini da latte, ma il significato è il medesimo. Dalle tue parti il ricordo della lingua argotica è legata alla cultura contadina che facevano prevedere ai bambini il futuro (come sarebbe andato il raccolto, ci sarebbero state pestilenze, ecc). Sempre dalle tue parti c'erano un sacco di streghe (le pazze che avevano anche loro un contatto diretto con il divino e che pagavano ciò con la morte nel fuoco). Corvo, che ne dici, per prevedere il tutto chiediamo consulenza a qualche bambino (i miei figli, quando erano piccoli, non avevavo difficoltà a capire i multiversi ed i piani temporospazieli paralleli ...). Un saluto
Max

Anonimo ha detto...

Grazie Corvo.
Quando osservo dei frattali mi viene spesso alla mente la frase 'come in alto così in basso'.
:-)

Spesso la uso per cercare di capire qualcosa che a prima vista mi sembra incomprensibile.

fiore

Anonimo ha detto...

@ Zita e all'anonimo dell 6:06

parlando di Brescia, di Argotico ed altro, dai una occhiatina a. www.difossombrone.it/articoli/main32latombadelcane.htm

Max

Anonimo ha detto...

Ahi... le altre date corrispondenti al secondo video non portano certo a prevedere ottimismo a piene mani...
Date collegate allo scoppio di guerre... o sbaglio?

GiBi

Anonimo ha detto...

c'e' qualcuno con delle basi di Fisica che e' disposto a commentare il seguente link?
http://www.forzefondamentali.com

indopama

Anonimo ha detto...

L'argotico?
A livello mitico-letterario-etimologico argomento assai interessante.
In chiave esoterica... meglio Geronimo Stilton!

corvo ha detto...

non per frenare i voli pindarici argotici ma sul tempo frattale non vuole commentare nessuno?

=0)

Anonimo ha detto...

eccomi a commentare:
nella tua esposizione mi sembra di capire che dai una grande importanza al concetto di tempo non lineare, ma chiuso. Ciò comporta un eterno ritorno. Se il tempo non è lineare non può esserci sviluppo ma solo un andare avanti e poi tornare al punto di partenza. Su questo si basano le più antiche civiltà: per i Babilonesi il grande anno dura 424.000 anni con l'estate contrassegnata dalla congiunzione di tutti i pianeti nel Cancro e quindi accompagnata dal grande incendio e l'inverno con la congiunzione planetaria nel capricorno con conseguente inondazione universale.. (ciò è in accordo con le varie teorie che considerano QUESTO tempo al termine di un ciclo). Non esistono eventi unici ma ogni evento si è realizzato, si realizza e si realizzerà. Da ciò scaturisce la palingenesi (ricomparsa delle stesse persone ad ogni ciclo). E' questa la base da cui vuoi partire per ampliare il discorso? Riguardo l'argotico: la Parola, il Verbo, è generatore di tutto, anche del tempo circolare! (In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio - Giovanni 1,1): quindi l'argotico è STRETTAMENTE connesso allo spazio e al tempo in quanto matrice dell'universo
Max

Anonimo ha detto...

ulteriore precisazione:
il tempo che tu consideri non è lineare ma neanche circolare, è cioè un tempo che si può descrivere come i cerchi di una molla? In questo caso i cerchi ritornano nello stesso ambito spaziale manon ritornano completamente indietro. Certo, se come in una molla si effettua una compressione, i cerchi possono venire in contatto tra di loro. E' questo il concetto? Siamo in un momento in cui stanno per venire in contatto due cerchi della molla?
Max

corvo ha detto...

@Max
la struttura del tempo che descrivo forma una SPIRALE (vedi qui). i segmenti della spirale sono autosomiglianti e paralleli a eventi precedenti (quindi la teoria della storia circolare) peró sono molto piú compressi.
La spirale si avvolge intorno all'attrattore teleologico.

corvo ha detto...

@Max
Siamo in un momento in cui stanno per venire in contatto due cerchi della molla?

Siamo in un momento in cui stanno per venire in contatto, sarebbe meglio dire "in sincronia", le dimensioni.
questo é il tema del prossimo articolo.

Faurio ha detto...

Sostanzialmente, correggimi se sbaglio, il tuo post intende affermare che il tempo potrebbe non essere semplicemente lienare ma seguire un percorso a spirale dove i fatti corrono e ricorrono ciclicamente ogni volta che il tempo ripassa nello stesso settore spirale influenzato da un determinato attrattore strano?
Per esempio un impero nasce, prospera per 500 anni poi decade, segue un periodo di transizione finchè non nasce un altro impero che prospera per 200 anni e poi decade ecc fino ad un impero che prospera solo per 5 anni ecc. e fino ad arrivare ad un momento in cui si è talmente accelerati che si sballa tutto.
E poi cosa succede?
Vuoi forse dirci che siamo prossimi a questo punto?

Poi scusa ho capito la definizione di attrattore strano, ma attrattore teleologico cosa significa in dettaglio?
Hai usato questa definizione ma non hai chiarito, o forse non ho capito bene io il suo significato.

L'utilizzo di termini "esotici" non aiuta molto la comprensione della lezione se non se ne chiarisce prima il significato.
Poi c'è la componenete di pura ignoranza come la mia che non ha ancora compreso appieno il significato della parola ontologico e non ne sa dare un sinonimo.

Non vorrei averti scoraggiato con queste mi e rivelazioni, cerco di fare il possibile e afferro quello che posso limitatamente alle mie possibilità.

saluti
Faurio

Anonimo ha detto...

@ Faurio

Teleologia: filosofia che si occupa delle cause finali, dei problemi della finalità; in contrapposizione al meccanicismo vede un fine da raggiungere determinato da una volontà intelligente.

Ontologia: filosofia che ha come oggetto di ricerca l'essere per se stesso,la realtà assoluta, metafisica, quella cioè che si trova oltre le apparenze sensibili

@ Corvo

La spirale che visualizzi ha un termine, un punto finale o si "frattalizza" ? (scusa il neologismo ma spero sia chiaro cosa intendo)

Max

corvo ha detto...

attrattore teleologico:
é un attrattore ultimo dal greco telos, "fine" o "scopo" che influenza tutto il sistema.

Ontologico: Relativo all'essere. Ovvero l'"essenza" senza ulteriori aggiunte.
es. Io sono <--- definizione ontologica
Io sono un avvocato <--- definizione aggiuntiva

Faurio ha detto...

Vi riporto questo articolo, molto interessante inmerito alla mente e all'evoluzione dell'uomo: http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=29157

corvo ha detto...

@Max

La spirale e costituita in maniera che a un certo punto la novella tende all'infinito e i tempi delle zone autosomiglianti tendono a zero.

Faurio ha detto...

Grazie per le precisazioni.
Faurio

Anonimo ha detto...

il tempo non esiste, e' una parola creata da noi per definire uno scenario che cambia.
esistono successioni di realta' leggermente diverse le une dalle altre che, come in una pellicola di film, danno l'illusione dell'avanzamento del tempo.
esiste una coscienza intelligente che sa come prendere le informazioni di base per poi cambiarle un poco e ricreare una realta' nuova.
piu' che il tempo direi che esistono vari stati di coscienza di uno stesso se' (tipo buccia di cipolla) e il se' e' una parte (un carattere) della coscienza globale (Dio).
sono le mie sensazioni di oggi dettate dall'esperienza fino a qui provata.
indopama

Faurio ha detto...

La spirale e costituita in maniera che a un certo punto la novella tende all'infinito e i tempi delle zone autosomiglianti tendono a zero.

Sostanzialmente un vortice, il tempo inteso come un gorgo inesorabile che ci trascina in profondità verso il suo centro.

Faurio

corvo ha detto...

Vi riporto questo articolo,

Grazie Faurio.
Se peró leggi con attenzione vedrai che rispecchia una visione lineare del tempo, discendente.

Sulla etá dell'Oro, quella del ferro e quelle che ci stanno di mezzo discuteremo fra poco.

Anonimo ha detto...

@ Corvo
nelle "conclusioni" dici: "...tempo...rappresentato come vortice frattale che si avvita attorno un attrattore strano, risuonando in tempi sempre più brevi con degli eventi del passato..."
Di fatto ciò comporta il cristallizarsi del tempo, il suo apparente sospendersi, dico apparente perchè i tempi -come tu dici- delle zone autosomiglianti TENDONO a zero (tendono, non lo raggiungono lo zero). Per cui bisogna focalizzarsi sulla "novella" che TENDE all'infinito. Giusto? E questo come si ingrana con l'eventuale universo olografico?
(che mal di testa!)

Max

Anonimo ha detto...

faccio una domanda:
avete mai visto il tempo trascorrere?

avrete caso mai visto avvenire dei cambiamenti nello scenario della vita (che ognuno di noi percepisce nella propria mente).

il tempo io non l'ho mai visto, anche chi dice che lo misura in realta' poi mi fa vedere delle variazioni negli strumenti, una lancetta che cambia di posizione, un display che cambia configurazione di numeri, ecc.

non mi fa mai vedere il tempo trascorrere ma solo eventi che cambiano.

il discorso dovrebbe focalizzarsi su cosa siano gli eventi e come e chi li mette in successione cosi' come ognuno di noi li percepisce.

indopama

kilkenny1975 ha detto...

@indo

Ciao,
giuro che leggero senza pregiudizio le teorie del ricercatore, ci vuole un po di tempo però.

Da quello che ho visto sembra le sue teorie fisiche/matematiche diano anche la possibilità di realizzare una macchina capace di conservare il movimento perpetuo senza l'apporto di energia esterna.

Se fosse così a mio avviso rischierebbe di fare la fine di Tesla

Cmq mi hai incuriosito

Ciao
C

corvo ha detto...

Di fatto ciò comporta il cristallizarsi del tempo, il suo apparente sospendersi, dico apparente perchè i tempi -come tu dici- delle zone autosomiglianti TENDONO a zero

che i tempi delle zone autosomiglianti tendano a zero in soldoni significa che un impero che prima durava 1.000 anni nelle zone + vicine all'attrattore dura 1 secondo, poi un millesimo di secondo, poi un milionesimo di secondo, etc.

Che la novella tenda all'infinito significa che nella zona piú vicina all'attrattore in ogni milionesimo di secondo qualunque cosa cambia.

Una cosa che non ho specificato bene é che la distanza fra una zona e la prossima della spirale si dimezza a ogni step (incremento esponenziale).
Quindi siamo vicini all'attrattore Teleologico.

Faurio ha detto...

significa che un impero che prima durava 1.000 anni nelle zone + vicine all'attrattore dura 1 secondo, poi un millesimo di secondo, poi un milionesimo di secondo, etc.

Ma il tempo si può accorciare all'infinito o succede qualcosa?

Non mi vuoi rispondere?

saluti
Faurio

Michele ha detto...

Salve a tutti ho visto che al mio sito www.forze fondamentali.com entravano parecchie visite da questa Pagina e mi sono letto la discussione.

Rispondo a questa schietta domanda di "Anonymus": AVETE MAI VISTO TRASCORRERE IL TEMPO?

La mia risposta è "Si". Il tempo scorre o trascorre perché la forza di gravità terrestre scorre verso l'interno della Terra. Da sempre si crede che la forza di gravità terrestre sia immobile. Ciò è ingiustificato! Una volta credevano che la Terra fosse ferma per ragioni ingiustificate. Per quanto riguarda la gravità, idem. Noi avvertiamo il peso del nostro corpo perché ogni atomo del nostro corpo, oppone resistenza allo scorrere della gravità. Se ci lasciassimo trasportare dalla gravità, non avvertiremmo più il peso (giustamente) perché non ci opponiamo più con forza allo scorrere della gravità. La gravità scorre, per questo la nostra natura sensibile ha suggerito all'inconscio di creare l'espressione "il tempo scorre" o "trascorre". Le parole non nascono per caso. Tutti avvertiamo lo scorrere della gravità e del tempo, anche se non ce ne accorgiamo. Capendo il fenomeno, si capisce perché uomini e animali non si gettano dai dirupi per raggiungere prima il fondovalle. A Capitolo 8-Pagina 4 del mio sito, vedete il più grande fenomeno naturale di questo pianeta e alcune indicazioni di Tempo. La natura del Tempo si spiega partendo da quel punto. Eccetto me, nessuno ha mai saputo calcolare l'esatto tempo che i gravi impiegano a cadere da una detrminata altezza. Sono uno specialista in Gravità e Tempo perché Natura, Matematica e Storia lo dimostrano... non perché lo dico io.

Mi piacerebbe discorrere di gravità e tempo perché ho argomentazioni fantastiche, ma le discussioni sono l'ultima cosa in una ricerca scientifica. Con le parole non si muove più niente in quest'epoca. Con numeri e misurazioni,invece, si muove tanto. Ciao

Faurio ha detto...

@ Michele
hai costruito una macchina overunity?
saluti
Faurio

corvo ha detto...

Ma il tempo si può accorciare all'infinito o succede qualcosa?
Non mi vuoi rispondere?


Faurio, non é che non ti voglio rispondere.
è che per risponderti in maniera adeguata ho bisogno di qualcosa di piú che un commento.
Invece non ti voglio rispondere in maniera inadeguata, cosa che potrebbe suscitare false impressioni o ingiustificati timori.

Anonimo ha detto...

@Michele
non discuto sul movimento della gravita', sto leggendo il tuo testo e al momento mi pare coerente al contrario di quella fisica che avevo cominciato a studiare all'universita' e che pero' ad un certo punto non sono piu' riuscito a digerire.

la mia idea e' che il tempo, come tutta la vita, e' una costruzione mentale, creiamo questa percezione nel momento in cui vediamo lo scenario della vita cambiare.
quello che dico e' che realmente noi possiamo solo misurare cambiamenti di scenario, se poi questi cambiamenti li vogliamo chiamare tempo e' a nostra discrezione.

per questo chiedevo a qualcuno se avesse mai visto il tempo, questo era cio' che intendevo e per mia personale esperienza sono piu' interessato a capire come si succedono i vari eventi, come io creo la mia realta'.
vedi, fino a qualche anno fa pensavo che la vita fosse immutabile, con le sue leggi sempre costanti, una cosa che cadeva doveva sempre cadere, ecc.
l'esperienza mi ha fatto cambiare totalmente questa consapevolezza, la vita e' solo cio' che percepisco (la percezione e' la costruzione della vita ma non da cio' che c'e' fuori ma da cio' che e' dentro di me, in un posto e con modalita' ancora da scoprire).

questa idea non mi e' venuta dalla lettura di libri ma dalla mia esperienza 24h al giorno. la vita davvero non e' come pensavo che fosse...
:-)

indopama

Anonimo ha detto...

anche qui:
http://forum.crisis.blogosfere.it/viewtopic.php?f=8&t=1139&start=130

Anonimo ha detto...

per ultimo una frase di cui mi sono innamorato perche' mi sembra interpreti al meglio il cammino verso la consapevolezza nella vita:

"Quelli che danzavano erano considerati pazzi da coloro che non potevano udire la musica..."

indopama

Michele ha detto...

@Anonymous... condivido la tua concezione "vedica" del tempo perché il Tempo non è materia, energia o una forza che possiamo scomporre in parti come altre quantità naturali. Al tempo però, possiamo offrire una semplice definizione che è questa:
Il tempo è la durata di un fenomeno compiuto. Un anno solare descrive un fenomeno compiuto(il movimento della Terra attorno al Sole). Scomponendo l'anno in parti (giorni-ore-minuti-secondi) otteniamo tempi convenzionali che non meritano particolare attenzione perché sono nostre costruzioni mentali(come dici tu). A noi dovrebbe interessare l'uguaglianza "Fenomeno compiuto=Tempo" perché questa non è una costruzione mentale dettata da accordi convenzionali. La Natura è fatta di fenomeni incumpiuti (sostanze in fase di trasformazione), fenomeni compiuti (sostanze trasformate) o fenomeni eterni (forze fondamentali come la gravità, atomi e pianeti, si muovono sempre e non si distruggono mai). In termini filosofici, il Tempo può essere la "via di mezzo" tra l'incompiuto e l'eterno. La nostra vita biologica, invece, è un fenomeno compiuto(Tempo di vita) che dividiamo in anni o giorni(tempo convenzionale=costruzione mentale). Il tempo quindi, non è la lancetta dell'orologio che si muove ma la lancetta dell'orologio che si ferma quando si scaricano le batterie.

Anonimo ha detto...

@ Corvo

da Felice, e rispondendo a Yuma, hai scritto:

"Questa cosa sugli Illuminati cattivi la puoi leggere su un milione di siti americani, con poco senso della storia. Descrive una para storia in cui i cattivi sono contrapposti ai buoni. Gli unici che favorisce, paradossalmente, sono gli ultra conservatori che hanno eletto Bush.
In quanto europei dovremmo riflettere un senso millenario di eventi e culture che si sono sovrapposte, contrapposte e mischiate.
La ipersemplificazione della realtá, sia essa fisica, meta fisica o pseudo fisica sottonintende sempre la propaganda."

Non sono al corrente di quello che scrivono sui siti ammmericani anche perché, forse sbagliando, mi sono fatta l'idea che siano un pò spinti verso l'esagerazione un pò su tutto. Il tema della "visione complottista" è già di per sé delicato e complicato... visto da loro, chissà!

Per quanto riguarda i testi di origine europea (anche italiani) che studiano questa visione, però, vi sono studi che documentano e che sono molto seri.
Così perlomeno appaiono a me.

Non credo che sia tutta robetta da niente, un filo di dubbio su come siano andate le cose (non propriamente come sono scritte nei sussidiari) a me lo ispirano..

Posso chiederti come hai vissuto la mancata conferenza di Obama?
Se non vuoi rispondermi, capisco e non mi offendo, ci mancherebbe!

Ciao, Zita

gabriele ha detto...

Bravo Corvo ! Molto interessante quanto esponi. Un sospetto: hai letto anche Lisa Morpurgo, caposcuola della decifrazione zodiacale e della conseguente cosmogonia (1923-1998) ?

Gabriele

Anonimo ha detto...

beh, arrivo un pò tardi ma sto iniziando solo ora a leggermi gli articoli di questo blog...
non so se ne avete parlato successivamente ma, riguardo all'argomento di questo post...avete mai letto "il regno della quantità e i segni dei tempi" di Rene Guenon?
c'è un capitolo dove descrive proprio questa struttura a spirale del tempo...molto interessante...

Nasamod

Posta un commento

Grazie della tua opinione. il tuo commento sará pubblicato dopo una verifica.