28 novembre 2009

Intervento del Ministro della Sanità al parlamento polacco: Ewa Kopacz su Vaccino AH1N1


 

5 novembre 2009
Vorrei dire che la mia priorità durante i miei vent’anni di pratica medica è sempre stata : “prima di tutto non fare del male”. Ho portato con me questa regola al Ministero della Sanità. Se mi dovessi trovare nella situazione di raccomandare un farmaco a qualcuno, credo come ogni altro medico, penserei: darei questo farmaco alla mia anziana madre, oppure a mio figlio? E’ esattamente questo modo di ragionare che mi rende estremamente cauta e mi spinge sempre a compiere doppie verifiche su qualsiasi informazione che riguardi un farmaco che il Ministero della Salute si accinge a raccomandare ad ogni cittadino polacco, a milioni di cittadini polacchi che non hanno la preparazione, nel campo della medicina, che ha un ministro e che ha un esperto, il professor Brydak, che ha lavorato sull’influenza per oltre 40 anni.

Il professor Brydak lavora in uno dei 189 centri di ricerca sull’influenza sparsi in tutto il mondo. Uno di questi è proprio in Polonia. Chi potrebbe dunque accusarci di non avere sufficienti conoscenze sull’influenza? E’ possibile dubitare dell’opinione di un professore che ha lavorato sull’influenza per oltre 40 anni, e non certo su un solo tipo di influenza, e che ha pubblicato centinaia di articoli sulla materia? Ho più che altro una sola fondamentale domanda: vogliamo combattere la pandemia di influenza?

Oggi conosciamo bene gli accordi che altri, i governi di paesi più ricchi del nostro, hanno stipulato con i produttori di vaccini. Sappiamo anche cosa è stato proposto alla Polonia. Le trattative sono in corso e non posso parlarne adesso, ma posso dire una cosa: il nostro dipartimento legale ha trovato almeno 20 punti dubbi in questi accordi. Ora, qual è il dovere di un Ministero della Sanità? Concludere accordi che facciano l’interesse dei cittadini oppure siglare accordi che facciano l’interesse delle case farmaceutiche?
So che ci sono tre vaccini disponibili oggi sul mercato, realizzati da tre produttori diversi. Ognuno di loro ha una differente quantità di sostanze attive, non è strano che siano trattati tutti alla stessa stregua? Non è dunque ragionevole che il Ministero della Salute e i suoi esperti nutrano alcuni dubbi in proposito? E’ possibile che uno di questi, magari quello con una quantità inferiore di sostanze attive, sia solo acqua fresca, alla quale attribuiamo il potere di curare l’influenza? Dovremmo pagare per questo?

Abbiamo già altri esempi: la Germania ha acquistato 50 milioni di dosi, di cui solo il 10% è stato finora utilizzato. Solo il 13% dei tedeschi vuole assumere questa cura miracolosa subito, ma è un dato fortemente atipico perché i tedeschi hanno una percentuale di cittadini che si vaccinano molto alta, cioè se in Polonia si vaccinano 52 persone ogni 1000 abitanti, in Germania lo fanno in 238, ovvero il 23%. Quindi, come mai solo il 13% dei tedeschi vuole farsi iniettare il vaccino contro la suina e non il 23% come accade solitamente per l’influenza stagionale? Il loro governo ha comprato il vaccino, lo ha reso disponibile gratuitamente e loro non lo vogliono?

Cos’è successo? Questo dato potrebbe indurci ad un ripensamento sull’acquisto del vaccino, un farmaco pressoché segreto, oppure no?
Ci sono siti web nei quali i produttori di vaccini sono obbligati a pubblicare gli effetti collaterali della vaccinazione. Le vaccinazioni in Europa sono iniziate il 1° di ottobre 2009. Vi invito a visitare uno qualsiasi di questi siti web e a trovare un qualsiasi effetto collaterale indesiderato. Cercate la conseguenza più trascurabile, trovatene anche solo una, come una piccola reazione allergica sulla pelle. Può succedere anche utilizzando il farmaco più sicuro al mondo. Non esiste un solo effetto collaterale: hanno inventato il farmaco perfetto! E, visto che il farmaco è così miracoloso, come mai le società che lo producono non vogliono introdurlo nel mercato libero e assumersene la completa responsabilità? Perché non dicono “Meraviglioso! E’ un farmaco totalmente sicuro, quindi me ne assumerò io la responsabilità, lo metto sul mercato e tutto sarà chiaro e trasparente”, invece di addossare questo peso sulle nostre spalle, le spalle degli acquirenti?

Non abbiamo risultati di test clinici, nessun elenco di ingredienti e nessuna informazione sugli effetti collaterali. I vaccini sono arrivati al quarto stadio di controllo – controlli molto brevi a dire il vero – e ancora non abbiamo queste informazioni. Inoltre, il controllo sulle persone è stato molto piccolo: un tipo di vaccino è stato testato solamente su 160 volontari tra i 20 e i 60 anni, non infetti. Un altro tipo di vaccino è stato testato su 600 volontari tra i 18 e i 60 anni, tutti in perfetta salute. E’ un buon metodo questo? Mi rivolgo specialmente ai dottori presenti in questa sala: per me non è abbastanza sicuro. Io voglio essere molto sicura nel raccomandare questo vaccino. E’ una nostra competenza: durante la fase di negoziazione dobbiamo prenderci il tempo che ci serve ed utilizzarlo per scoprire quanto più possibile su questo farmaco. Poi, se la commissione sulla pandemia accetterà il vaccino, allora e solo allora lo compreremo.

Inoltre, ci sono 1 miliardo di persone con l’influenza stagionale ogni anno in tutto il mondo. Un milione di persone muoiono ogni anno, sempre per l’influenza stagionale, su scala mondiale. Non sono statistiche di un anno o due, ma dati raccolti in anni ed anni di osservazioni. E’ mai stata annunciata una pandemia a causa dell’influenza stagionale? Tra l’altro, l’influenza stagionale è molto più pericolosa di quella suina: causa molti più decessi e complicazioni più gravi. E’ mai stata dichiarata una pandemia per questo? A quelli che mi spingono a comprare il vaccino voglio chiedere: come mai non avete gridato e sbraitato l’anno scorso, due anni fa e nel 2003? Nel 2003 abbiamo avuto 1 milione e 200mila polacchi con l’influenza stagionale. In quell’occasione, per caso qualcuno in quest’aula ha gridato “Compriamo il vaccino per tutti!”? Non riesco a ricordarmene.

Da ultimo vorrei dire una cosa. Lo Stato polacco è molto saggio, i polacchi sanno distinguere la verità dalle balle con molta precisione. Sono anche in grado di distinguere una situazione oggettiva da una truffa.
Ewa Kopacz (Ministro della Sanità)

fonte originale
http://sensocivicocesena.wordpress.com/2009/11/17/vaccino-ah1n1-intervento-del-ministro-della-sanita-al-parlamento-polacco-ewa-kopacz/

Nuova Funzione sperimentale
se siete utenti di Google wave, qui sotto dovreste vedere un area di discussione in tempo reale.
in caso contrario uno spazio bianco.

20 commenti:

Pluto ha detto...

I media danesi parlano di connivenze tra 'OMS e le ditte farmaceutiche. Mettono in dubbio l'onesta scientifica dei ricercatori dell'OMS.

http://www.youtube.com/watch?v=pLGNd_9EJ9s&feature=player_embedded#

corvo ha detto...

Grazie pluto, ottima informazione, come sempre.

Anonimo ha detto...

qual'e' la strategia dietro il rilascio di simili informazioni ai grandi media?
cosa vogliono ottenere?

Pluto ha detto...

Scusa Corvo, sto seguendo una pista "strana" riguardo alle vaccinazioni.

Sembra che DMT e squalene abbiano varie correlazioni biochimiche.

Ti copio l'idea generale riguardo alle correlazioni tra squalene e ghiandola pineale (che produce DMT):

"You can also take "Ratfish/Skate liver oil" which will flush out build-up in your arteries and decalcify the pineal gland; "Skate liver oil" is abundant in vitamins A, D, E, K, the full range of omega fatty acides, plus all the unique nutrients found in shark liver oil such as chondroitin, squalene, and alkoxglycerols."

Sembra quindi che lo squalene sia attore importante nell'attivazione della ghiandola pineale. Queste informazioni provengono da siti precedenti ai problemi della vaccinazione e parlano di tutt'altro, quindi non sono integrabili al "complottismo sulle vaccinazioni". Cosa che ritengo molto importante!!

Ora si aprono due strade:
- vogliono attraverso lo squalene iniettato artificialmente dare la possibilità di produrre DMT con conseguenze che puoi immaginare (una sorta di disclosure di massa)
- dal momento che lo squalene immesso artificialmente potrebbe causare una risposta del sistema immunitario verso questo principio, esso imparerebbe a riconoscerlo e produrre anticorpi per eliminarlo, ottenendo pertanto la scomparsa dall'organismo a discapito della ghiandola pineale.

Hai informazioni a tal riguardo? Ti sembra una pista che possa portare a qualcosa?

Pluto ha detto...

Esistono pure pubblicazioni scientifiche che individuano lo squalene come anti inibitore di DMT: Journal of Lipid Research, vol 42, anno 2001:

http://www.jlr.org/cgi/reprint/42/2/235.pdf

Questa è scienza ufficiale, non di ufologi.

corvo ha detto...

@pluto
ottime ricerche come al solito.

Apprezzo meno la divisione fra scienza ufficiale e ufologia

luciano perazolo ha detto...

qualcuno mi invita a google wave?

Pluto ha detto...

@luciano

Chiedi e ti sarà dato!

Plutus in Fabula

luciano perazolo ha detto...

Scusa Pluto, ma dal lavoro che hai linkato... We find that high concentrations of squalene
partially prevent inhibition by DMT.
Non credo che in un vaccino ci possano essere alte concentrazione di squalene.
E tra l'altro questa frase, che non dice cosa intende x high concentrations... e se aggiungi partially prevent... Mi sembra non tanto logico.
Io penso, che il vero problema dei vaccini non sia legato particolarmente ai co-adiuvanti (che è vero sono molto dannosi)ma, visti che ci sono 3 tipi di vaccini con diversi tipi di co-adivanti, e in diverse quantità... ma tutti e 3 hanno o dovrebbero avere lo stesso ceppo infettivo. Secondo me bisogna fare attenzione alla mutazione dei ceppi, che potrebbe essere stata cercata e creata attraverso i vaccini.
Quello che vorrei capire e xkè state cercando un legame tra vaccini e disclosure.

corvo ha detto...

@luciano
Non credo che in un vaccino ci possano essere alte concentrazione di squalene.
In questo vaccino ci sono alte quantitá di squalene.
Dovresti leggere la traduzione da noi fatta del video della monaca...
http://corvide.blogspot.com/2009/11/campane-per-linfluenza-completa.html

Pluto ha detto...

@ Luciano:
innanzitutto sono io che "provo" a vedere se ci sia un nesso con la disclosure in questo senso. O con un tentativo di evitare la disclosure.

Poi Luciano, ho messo due ipotesi: la prima parlava dello sblocco della ghiandola pineale attraverso lo squalene contenuto come coadiuvante (quindi eventuale disclosure se il DMT avesse funzioni che realmente aprono soglie tra le dimensioni).
La seconda invece parlava di sviluppo di anticorpi verso lo squalene.. cosa che chiamano "Sindrome del Golfo" quindi tra gli altri effetti funzionalità del DMT contrastata permanentemente.
Io sono più propenso per la seconda possibilità.

Però è solo un ipotesi generale. Non so quale sia il componente negativo. Interessante sarebbe paragonae le 3 (o 7) versioni esistenti e dove vengono diffuse.

Io di mio tenderei ad escludere una strategia che porti ad un'ecatombe di massa per la semplice ragione che sarebbe stato più efficace avvelenare la Cocacola.

Hai ricevuto Wave?

luciano perazolo ha detto...

Si, l'ho ricevuto ma adesso sono al lavoro (quindi i.explorer e non firefox). Guarda, in quanto allo suqlene (MF59) c'è un articolo che è stato fatto dalla Novartis, che afferma che lo squalene non produce la formazione di anticorpi (Ab) ma se tu lo leggi, la metodologia dell'articolo è fatta veramente male... E qui non entro nel merito x non allungare il discorso.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1563566/pdf/0191-06.pdf

Allora, possiamo discutere sulla cattiva fede delle aziende farmaceutiche nel tentativo di generare più profit provocando più ammalatti, e ti faccio un esempio sempliche e chiaro. Quest'anno (2009) la American Hypertension Society ha portato i valori di pressione arteriosa (PA) a livelli più bassi, dichiarando che una persona (che era) normale con PA di 130/80 è diventata pre-ipertesa. Nelle linee guida, ti consigliano di cambiare le abitudini di questi pazienti (mangiare senza sale, fare sport) per ridurre la PA (che fino al 2008 era normale), e che se non ci riesci ad abbassarla, dovresti aggiungere un qualche farmaco antiipertensivo... Quindi, abbassando i livelli di ipertensione, sono entrati un bel numero di persone sane a fare parte di quel gruppo di rischio (ipertensione).
Quindi, e qui ritorno sul discorso dello squalene,: Lo squalene o meglio il MF59 è un coadiuvante, cioè rinforza la risposta immunitaria verso l'agente patogeno. Il problema risiede che il tuo corpo riconosce l'agente patogeno legato allo squalene e non riesce a capire se è lo squalene o il virus ad essere il "cattivo" della storia, quidni reagisce... ma contro cosa?
Allora, dalla pubblicazione "Antibodies to squalene in US Navy Persian Gulf War..."
si capisce che l'organismo reagisce contro tutte e 2 le cose...e x questo il MF59 è un forte coadiuvante...
Tra l'altro ci sono state anche delle "sperimentazioni" (x chiamarlo in un qualche modo!!) dei vaccini con HG (ormone gonadotrofico) + tetano. Le paziente che si sono sottoposte a questi vaccini non sono riuscite a concepire mai più. E anque questo vaccino era stato proposto dal 'OMS (WHO). Non mi ricordo se era successo nelle Filipine o in Messico.
In quanto all'avvelenamento della coca cola... Nessuno di noi poveri umani sa cosa c'è dentro quel liquido nero così saporito... mentre che noi sappiamo che l'acqua del rubineto e l'80% dell'acqua minerale che compriamo viene aggiunto del fluoro... che come ben saprai è un alogeno. L'avvelenamento è in corso da anni.

corvo ha detto...

@Luciano
grazie delle interessanti informazioni.
Sei un medico?

Anonimo ha detto...

Riguardo al fluoro nell'acqua, qual'è la motivazione ufficiale, se ce n'è una, per cui esso viene usato?

Guru

luciano perazolo ha detto...

si, sono medico.
Viene utilizzato per i denti... Non c'è una motivazione ufficiale.

Anonimo ha detto...

@ Luciano

Scusami se insisto, quale allora la motivazione logica, sempre che ce ne sia una.

Deve essercene una.

luciano perazolo ha detto...

Non lo so...
se ti serve, leggi questo:

http://www.disinformazione.it/fluoro.htm

Pluto ha detto...

Perchè alcuni microorganismi sono resistenti al cloro e sensibili al fluoro e altri il contario.
"Ufficialmente" ha azione antisettica.

luciano perazolo ha detto...

e non ufficialmente? :P

Pluto ha detto...

Farci diventare fluorescenti così da trovarci più facilmente di notte se volessimo scappare? :D

Posta un commento

Grazie della tua opinione. il tuo commento sará pubblicato dopo una verifica.